Contro la violenza sulle donne

La moglie del poliziotto, di Philip Gröning

Il 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne e la città di Milano si mobilita con eventi, mostre, tavole rotonde e spettacoli, perché parlarne è anche un modo per affrontare il problema e forse per andare oltre.

di Redazione web | 25 novembre 2013

Milano si mobilita per la giornata della violenza contro le donne. Le bandiere del Comune a mezz’asta su Palazzo Marino vogliono essere un monito per sensibilizzare la città su un tema così importante e purtroppo di grande attualità. L’impegno del Comune si esprime anche con una seduta straordinaria del Consiglio comunale interamente dedicata al tema della violenza contro le donne.Tanti sono gli appuntamenti in città e non solo per oggi, ma per tutta la settimana e oltre, fino a mercoledì 4 dicembre, quando alle 21 presso l’Auditorium Cà Grande verrà presentata l’attività dei centri antiviolenza di Milano.

Tra gli eventi in programma oggi segnaliamo la mostra fotografica e il flash mob “Basta” realizzati da Tamara Onlus e Consiglio Comunale, in programma in piazza Scala 2, dalle 8:00 alle 20:00 e la mostra “Cassetti della Memoria” sull’identità di genere per Milano Tdor/13, dalle 19:00 allo spazio Energolab di via Plinio 38.

Tra gli incontri e le tavole rotonde è per le 16:30 l’appuntamento con “Le donne in testa” , un talk show presentato da Simona Ventura, coadiuvata da Antonella Boralevi sul tema della violenza dal punto di vista dell’amore. Ne parleranno il condirettore del Corriere della Sera Lucio Fontana, l’avvocato Annamaria Bernardini De Pace, la giornalista del TG5 Elisabetta Falciola, Valeria Braghieri per Il Giornale, il magistrato Fabio Roia e tanti ospiti. L’incontro è in Piazza Lombardia, con ingresso libero fino a esaurimento posti.

Per stasera segnaliamo alle 20:30 alla Sala delle Otto Colonne di Palazzo Reale lo spettacolo VIOLEperEnza: che intreccia sette storie di donne (dalla giornalista Anna Politkovskaja, alla testimone di mafia Lea Garofalo, all’iraniana Nahal Shabi, solo per fare tre nomi), che sono al contempo storie di coraggio e di violenza. Un altro spettacolo per dire no alla violenza è Il Capitano Akhab. Orazione Civile, si tratta della prima assoluta di un recital ispirato alla musica di Fabrizio De André e diretto da Furio Sandrini. L’appuntamento è alle 21 presso l’Auditorium Lattuada, sempre con ingresso libero fino a esaurimento posti.

 

In apertura fotogramma dal film La moglie del poliziotto, di Philip Gröning, in programma questa sera all’Anteo Spazio Cinema alle 20.

Commenti

commenti

Be first to comment