Miao, si gira!

Miao si gira, Colazione da Tiffany

Una mostra-evento per la Giornata Nazionale del Gatto celebra i mici protagonisti del grande cinema: da Colazione da Tiffany a Gli Aristogatti. Appuntamento al Museo del Manifesto Cinematografico di Milano, fino al 7 aprile.

di Silvia Nigrotti | 17 febbraio 2014

Sarà per quell’aria sorniona e indecifrabile, o per l’imprevedibilità con cui è in grado di dispensare amore e ostilità senza apparente ragione, o per la bellezza del suo incedere ondeggiante e felpato, saranno questi e un milione di altri buoni motivi ad aver reso il comune gatto domestico la manifestazione della felinità più amata e celebrata di sempre. Da sacra divinità a reuccio di casa, il numero dei mici di stanza nelle case degli italiani si aggira intorno ai 7,5 milioni, e per festeggiare tanta meritata popolarità non si poteva che avere una data dedicata: il 17 febbraio si celebra la Giornata Nazionale del Gatto. In occasione di questa ricorrenza Fermo Immagine – Museo del Manifesto Cinematografico, in collaborazione con Urban Pet, mette in mostra un originale tributo che gattofili e cinefili apprezzeranno: MIAO, SI GIRA! 100 manifesti – foto di scena, soggettoni e locandine – di film in cui compare il gatto.
Che sia fuggevole comparsa, protagonista assoluto o oggetto simbolico che rappresenti altro dalla sua felina presenza… il percorso espositivo gira tutto intorno ai mici che nell’ultimo secolo si sono lasciati catturare per essere consegnati all’eternità di uno scatto, di una pellicola, di un disegno. Dal micio rosso che ha commosso e conquistato intere platee, rubando la scena alla divina Audrey Hepburn di Colazione da Tiffany, agli scatenati micioni jazzisti degli Aristogatti, dal siamese detective di FBI Operazione Gatto, alla sinuosa Catwoman, dal rassicurante soriano condominiale che lega le storie dei protagonisti de Il Gatto, di Comencini, al gatto zombie di Pet Sematary di Stephen King.
Ampio spazio è dedicato anche ai cartoni animati: dai classici lungometraggi della Warner con protagonisti delle vere icone come i famosissimi Silvestro e Tom, ai gatti “animati” in digitale di ultima generazione come il fortunato Garfield (2004), e il popolarissimo Il Gatto con gli Stivali (2011). Spazio anche all’animazione italiana con manifesti, fotobuste e preziosissimi rodovetri originali di Allegro non troppo (1976) di Bruno Bozzetto e di La Gabbianella e il Gatto (1998) di Vincenzo d’Alò, tratto dalla celebre novella di Luis Sepulveda.
Incontri e rassegne cinematografiche a tema scandiranno la durata della mostra, organizzata in collaborazione con Radio Bau.

 

INFO
MIAO, si gira!
I gatti protagonisti del grande cinema da Colazione da Tiffany a Gli Aristogatti
16 febbraio – 7 aprile 2014
FERMO IMMAGINE
Museo del Manifesto Cinematografico di Milano
Via Gluck, 45 – Milano

Commenti

commenti

Be first to comment