Dolci prêt-à-porter

Tortatelier vetrina dolci

Albertina e Nina sono due amiche con la vocazione per la pasticceria. Ex colleghe in un’agenzia pubblicitaria, oggi preparano torte su misura e piccoli dolci da asporto nell’originale laboratorio di via Maroncelli 9.

di Silvia Nigrotti | 12 febbraio 2014

Ci sono lavori che si fanno con passione, e passioni che uno slancio di pragmatismo può trasformare in un lavoro. Compie un anno fra poco il sogno realizzato di Albertina La Rocca e Nina Almonte, una deliziosa pasticceria (di altre ve ne avevamo già parlato) a pochi passi dalla Milano degli happy hour e delle discoteche modaiole di corso Como.
Via Maroncelli è un altro mondo, fatto di case di ringhiera e negozietti che sembrano botteghe, artigiani che lavorano nei cortili interni e gallerie urbane aperte agli artisti emergenti.
Qui si affaccia la vetrina di Tortatelier, laboratorio-negozio dove i dolci vengono cuciti addosso al cliente come un abito buono.  “Più che una vetrina la nostra è una “temporary” window, uno spazio espositivo dove l’artista può lasciare le sue creazioni per un periodo limitato”. Albertina mi spiega che i mobili di modernariato della Galleria Wabi hanno ceduto il posto alla coloratissima installazione di Alessandra Roveda, e che saluteranno il salottino all’uncinetto protagonista della vetrina invernale per fare spazio a qualche creazione proveniente dal Salone del Mobile. “Ma i dolcetti a maglia no, quelli restano qui”  le divertenti tortine tricottate che vivacizzano i mensoloni  bianchi e fanno a gara con i pasticcini veri per farsi scegliere dalla vetrina del bancone, hanno trovato casa. E che casa! Tortatelier non è una pasticceria tradizionale, e questo è chiaro fin dalla soglia del locale: in vetrina niente torte a ingolosire i passanti, e poi la scelta di lasciare tutto a vista e accogliere i clienti su poltroncine di design per scambiare due parole o sbirciare le signore dei dolci all’opera. Il locale è la summa delle passioni di Nina e Albertina: cucina, arte e comunicazione. “Da noi entrano golosi e curiosi, chi ha avuto un’intuizione di base sul sapore o sull’aspetto che dovrebbe avere il prodotto e ci chiede aiuto per realizzarlo”. Così nascono collaborazioni per eventi e occasioni social, ma anche tavole imbandite di dolcezze per tradizionali feste di matrimonio, frolle “parlanti” per scrivere un messaggio speciale e creazioni che prima del palato soddisfano la vista, preparando le papille a sapori insoliti e abbinamenti profumati come mela e lavanda, o cioccolato, olio d’oliva e arancia.
Cupcakes, muffin, brownies, mini cheese cakes,  carrot cake… i “piccoli dolci da asporto” – come li definiscono le titolari – in stile american bakery, rivelano un’ispirazione che sicuramente ha poco di italiano. “Se sei goloso e ami viaggiare, tutto diventa ispirazione. Londra, Parigi, ma anche il Giappone, dovunque si trovano realtà interessanti da cui prendere spunto”. Osservando questi dolci belli come quadri e che rivelano una ricerca così accurata della forma, potrebbe venirvi la tentazione di resistere all’assaggio per non scomporre la pasta di zucchero liscia e perfetta. E sarebbe un grosso errore, perché se l’impronta è quella dei pasticceri che spopolano nelle trasmissioni culinarie d’oltreoceano, il gusto risponde tutto all’esigente palato nostrano. La gentilezza delle proprietarie fa il resto. Per questo il laboratorio ha riscosso tanto successo e nel quartiere ha avuto un’accoglienza calorosa. “I residenti sono molto protettivi nei nostri confronti. Siamo su una via che non ha molto passaggio, ricca di attività artigianali e di spazi dedicati all’arte e alle mostre. All’inizio davanti alla vetrina la gente incuriosita entrava per capire cosa vendessimo. Ora che ci conoscono si fermano a chiacchierare e sono i nostri primi clienti”. Una ragazza sorridente esce dal negozio con due sacchettini trasparenti pieni di lingue di gatto e biscottini alle mandorle. “A volte vengono da noi anche solo per condividere un’idea”. Nina finisce appena di parlare che entra una cliente, saluta affettuosamente le proprietarie e le rapisce per parlare di qualcosa che ha commissionato alla pasticceria. Qui le torte si creano insieme.

 

Tortatelier
via Maroncelli 9, Milano (zona Corso Como/Garibaldi)
Tel: +393488085121
Orari: Lunedì – Sabato: 9:30 – 19:30. Chiuso Domenica
Pagina Facebook

 

 

Commenti

commenti

Be first to comment