Il Lago dei cigni diventa dark

Swan Lake Reloaded, Arcimboldi

Un Lago dei cigni come non l’avete mai visto. È quello in programma dal 17 al 23 marzo al Teatro Degli Arcimboldi con Swan Lake Reloaded, una rilettura in chiave noir ed elettronica del celebre balletto, già sold out nelle principali piazze d’Europa.

di Marilena Roncarà | 7 marzo 2014

Non aspettatevi ballerine con il tutù e le scarpette da punta, i cigni di questa versione “Reloaded” del celebre balletto di Čajkovskij, portano tacchi a spillo, stivali di vernice nera, miniabiti strappati e giacche di piume da mercatino delle pulci. Sono tossiche che al posto di volare come le creature-cigno della versione originale, si ritrovano a battere per strada per pagarsi la droga. Al centro della scena sta infatti Rothbart, il pusher sfruttatore, che convoca il suo harem di cigni tossici scrollando i loro nomi su una app del cellulare. L’ispirazione al danzatore e coreografo svedese Rydman è venuta passeggiando per Camden Market a Londra: “Ho visto delle pellicce da prostituta che sembravano fatte con piume di cigno – spiega – e ho pensato ai cigni del Lago in quella veste e il balletto mi è sembrato immediatamente moderno. Ero totalmente rapito dall’idea che ho verificato, ma nessuno ci aveva mai pensato prima…”
Comincia così la sfida di questo Lago dei Cigni in versione Reloaded, dove la partitura di Čajkovskij viene manipolata e mixata all’hardcore elettronica svedese, mentre il balletto classico è contaminato dalla street dance, con movimenti a scatti, tra breaking e hip hop.
Lo spettacolo si snoda tra esterni metropolitani dark e interni coloratissimi, fatti di tappezzeria e donnine in versione abat-jour.
Questa rilettura del Lago dei cigni, che ha fatto registrare il sold out in tutta Europa, non è stata tuttavia esente da censure o critiche:  a Mosca e a San Pietroburgo lo spettacolo è stato vietato ai minori di 18 anni, per immagini giudicate troppo forti, mentre a Parigi è stato sconsigliato sotto i 14 anni. “Non capisco perché, ha precisato a suo tempo Rydman, il coreografo 39enne svedese, già direttore creativo di X Factor made in Svezia, nonché co-fondatore della Bounce Streetdance Company, che ha pure affermato: “Credo piuttosto di aver avvicinato i giovani al Lago dei cigni raccontando,  con una trama convincente, un mondo che ruota attorno al tema della perdita d’amore”.
Lo spettacolo arriva per la prima volta in Italia agli Arcimboldi il prossimo 17 marzo, ma da noi la censura è stata un po’ più morbida vietandolo solo sotto i 12 anni.
E in attesa del debutto, non si può non restare incuriositi degli intenti di Rydman che dichiara: “Voglio creare il mio linguaggio, una danza contemporanea e urbana che possa fondersi perfettamente con alcuni riferimenti classici. Perché tutto è danza”.

 

Swan Lake Reloaded
Ideazione e coreografia: Fredrik Rydman

Dal 17 al 23 marzo 2014
Teatro Degli Arcimboldi
Viale dell’Innovazione, 20

Informazioni

Commenti

commenti

Be first to comment