Uovo Performing Arts Festival

Uovo Performing Arts Festival

Appuntamento dal 19 al 23 marzo per Uovo, il Festival più indisciplinato dedicato al meglio delle Performing Arts. In cartellone anche nomi del calibro di Romeo Castellucci e Tino Sehgal, entrambi Leone d’Oro all’ultima Biennale di Venezia.

di Redazione web | 21 marzo 2014

Torna a Milano Uovo, il festival di arti performative che da ben 12 anni accresce la qualità dell’offerta culturale della primavera meneghina. L’edizione 2014 si svolgerà come sempre in diverse location della città: Triennale, Teatro dell’Arte, Biblioteca Sormani, Palazzo Serbelloni e BUKA – Nuovo CGD di via Quintiliano. Luoghi tra loro diversi, con differenti scopi di utilizzo durante l’anno, ma che ben si presteranno a ospitare alcune delle performance più interessanti che compongono il calendario di questa 12esima edizione.
20 artisti provenienti da 9 paesi daranno vita a 12 performance esclusive, tra cui 8 prime nazionali e 2 assolute. Nel cast spiccano i nomi di Romeo Castellucci e Tino Sehgal, entrambi vincitori del Leone d’Oro all’ultima Biennale di Venezia, rispettivamente per la carriera e come miglior artista, ma saranno presenti anche Alessandro Sciarroni, Matija Ferlin, la compagnia spagnola Las Veronal e il duo italo-israeliano Francesca Foscarini-Yasmeen Godder.
Tra le performance site-specific da segnalare The Quiet Volume degli inglesi Hampton-Etchells alla Sormani (per due spettatori alla volta!) e SOLO del collettivo milanese Strasse, con location fino all’ultimo top secret.
Rispetto al passato più spazio alla musica, grazie alla performance del 19 di Carlo Boccadoro dedicata a Karlheinz Stockhausen e Savana Echoes, una serata dedicata all’elettronica e alla visual art che avrà luogo sabato 23 alla BUKA – Nuovo CGD.

 

Dal 19 al 23 marzo
Location Varie
www.uovoproject.it

 

Commenti

commenti

Be first to comment