Korean Taste

Ristorante Hana

Amate i sapori orientali, ma siete stanchi del solito sushi o cinese? L’alternativa più ardita è il coreano, una cucina ricca di tradizioni e contaminazioni, fatta d’ingredienti semplici ma sapientemente lavorati che acquistano un gusto davvero originale.

di Antonella Armigero | 30 aprile 2014

Riso, carne e verdure: queste sono le basi della cucina coreana, a fare la differenza però sono i contorni, serviti in tante ciotoline o nel caratteristico vassoio a 8 sezioni, che arricchiscono di sapore ogni pietanza rendendola un tripudio di gusto e sensazioni a volte davvero hot.

Il principe assoluto della tavola è il kimchi, i coreani lo accompagnano praticamente a tutto arrivando a consumarne in media 18 kilogrammi l’anno, si tratta di un cavolo napa fermentato per diversi anni in acqua salata, zenzero, aglio e tantissimo peperoncino. Conservato in speciali contenitori chiamati janhodokdae, questa verdura è ricca di vitamine, calcio e ferro e preziosi lattobacilli che favoriscono la digestione, per questo è accompagnato ai pasti sin dall’antichità.

Se siete pronti a sperimentare questi nuovi piatti sappiate che Milano offre ottimi ristoranti coreani, in grado di conquistarvi non solo con la loro cucina, ma anche grazie alla  particolare attenzione per l’ospite e la cura dei dettagli.
Il nostro viaggio nella cucina della Corea parte da Hana, uno dei primi ristoranti coreani aperti in città (da ottobre 2015 trasferitosi nella sede di via Mazzini 12). Ma pochi sanno che il locale in via Lecco 15 era stato realizzato negli anni ’70 da Achille Castiglioni, e infatti, forse anche per questo, oltre alla clientela asiatica attira moltissimi designer e architetti. Ciò che contraddistingue il ristorante è la possibilità di ordinare pietanze cucinate a vista direttamente al tavolo, come il bulgogi: il piatto di carne più rinomato in Corea composto da straccetti di manzo o maiale cotti alla piastra. Se fate tappa qui non lasciatevi scappare il bibimbap, una ciotola in pietra calda di riso, verdure, carne di pollo o manzo guarniti da un uovo crudo. Mescolando voi stessi nella ciotola calda, gli ingredienti si amalgameranno e cuoceranno, fondendosi in un mix di sapori davvero inediti. Vi manca la pizza? Ordinate quella coreana, un’ottima frittatina di pasta, cipolline fresche o gamberetti, croccante fuori e morbida dentro, non ha nulla a che vedere con quella napoletana ma qui è davvero speciale.

Spostandosi in zona Wagner, in via Raffaello Sanzio 16 incontriamo Arirang Korean Family Restaurant, un piccolo ristorante a conduzione famigliare dove gustare piatti casalinghi preparati secondo ricette originali. Il menù, diverso in base alla stagionalità degli ingredienti, propone un’ottima selezione di piatti dai nomi per noi occidentali difficili da pronunciare se non con un sorriso, come i gigimi, polpette di farina di soia, verdure, gamberi e sesamo, oppure il dori dori un piatto unico di pollo rosolato nella salsa di soia dolce accompagnato da spaghetti di soia o riso coreano, chi ama il piccante adorerà i kiki bastoncini di riso con salsa di peperoncino e aglio. (Purtroppo il ristorante coreano in questione ha chiuso.)

A pochi passi da Corso Buenos Aires, in via Scarlatti 3, Gaya promette una cucina coreana autentica non rielaborata per adattarsi ai palati italiani, entrando infatti, vi accorgerete subito che la maggior parte degli avventori è orientale, quindi potrete godervi quest’angolo di Corea a Milano e lasciarvi influenzare dai piatti ordinati nei tavoli vicini, provando ad esempio una delle zuppe saporite come la Jajangmyeon con noodle e salsa di fagioli neri o il yangnyeon tongdak il pollo fritto accompagnato da una salsa dolce e piccante.

Avete voglia di un pasto veloce, gustoso e soprattutto salutare? Sperduto tra le viette in zona Brera, in Via San Marco 4, troviamo quasi per caso Bab. Ambiente semplice ma ricercato dato dal legno grezzo come l’insegna; questo piccolo ristorantino take away è il posto ideale per chi vuole sperimentare il lato healty delle ricette coreane. Il kimbab, è sicuramente il piatto più richiesto, ma non lasciatevi ingannare dall’aspetto molto simile ai maki giapponesi, questi rotolini di alga sono ripieni di ingredienti di stagione, ovviamente freschissimi e di provenienza italiana, come la carne piemontese e verdure a Km zero. Divertitevi a comporre il vostro set scegliendolo tra le tantissime varianti di kimbap del giorno, i più affamati potranno aggiungere una zuppa o i gong, polpettine di riso e alghe.

Se avete voglia di smaltire le calorie assunte con il piccante kimchi, il divertente e saporito bibimbap o il barbecue coreano, potrete sempre cimentarvi in una sessione di taekwondo, sport nazionale in Corea, l’allenamento tra salti e calci è davvero impegnativo, ma siamo sicuri che ne sarà valsa la pena.

 

INDIRIZZI AGGIORNATI IL 26 ottobre 2015

Hana
Via Mazzini, 12

Arirang Korean Family Restaurant
via Raffaello Sanzio, 16 (chiuso)

Gaya
via Scarlatti, 3

Bab
Via San Marco, 4

 

Foto di apertura, Bibimbap ciotola di riso da mescolare, Ristorante Hana.

 

Commenti

commenti

1 Comment

  • Buongiorno, Sono Kim, il proprietario del ristorante coreano HANA.
    Ci siamo trasferiti in via giuseppe mazzini, 12, milano, 50 metri da piazza Duomo.
    Non siamo piu’ in via lecco, 15. Grazie!

Leave a Reply