Rondini al Castello

Rondini Castello sforzesco, Cracking Art

Dal 10 aprile al 30 giugno stormi di rondini colorate approdano su Milano, per animare fossati e cortili del Castello Sforzesco. L’obiettivo, insieme giocoso e benefico, è contribuire al recupero di un monumento storico della città.

di Marilena Roncarà | 03 aprile

State pronti: con la primavera Milano sarà invasa da rondini gigantesche e colorate, decise ad animare non solo fossati e cortili del Castello Sforzesco, ma tanti luoghi simbolo della città. Uova e volatili compariranno, infatti, anche all’Acquario Civico, al Museo del Risorgimento e a quello di Storia Naturale.
Questi animali monumentali in plastica colorata rigenerabile, altro non sono che una nuova iniziativa del gruppo Cracking Art: una corrente artistica nata vent’anni fa e che, con il progetto “Rigeneramento”, mira ad attivare un confronto attivo tra l’arte antica e quella contemporanea, dove quest’ultima, chiamata a invadere i luoghi dell’arte classica, diventa occasione per promuovere il recupero di aspetti artistici e monumentali del paesaggio urbano.
E dopo le chiocciole azzurre sul Duomo, che hanno sostenuto con fondi nuovi il restauro della guglia maggiore della cattedrale milanese (proprio quella su cui poggia la Madonnina) e le rane comparse sui Navigli nel 2013, quando era in gioco il recupero delle chiuse leonardesche, quest’anno è la volta delle rondini multicolor che popoleranno la città fino al 30 giugno, per tutta la durata degli eventi della manifestazione culturale Primavera di Milano.
Queste presenze monumentali, nel contempo giocose e pacifiche, ma soprattutto benefiche, sono l’occasione per promuovere una raccolta fondi a favore del restauro della statua equestre di Bernabò Visconti, custodita nei musei Civici del Castello e datata 1363.
L’evento, organizzato in collaborazione con Italia Nostra, sarà inaugurato il 10 aprile e per tutta la durata della rassegna, sarà possibile acquistare alcune riproduzioni di uova realizzate dal gruppo Cracking Art. In più con venti euro si potrà avere in cambio una scultura di rondine piccola e depositare un uovo nel fossato, firmando il proprio gesto rigenerativo insieme agli artisti Cracking.
Insomma siamo tutti chiamati a prendere parte a questo “Rigeneramento” urbano, in cambio avremo pure una piccola opera d’arte da portare a casa.

 

Rondini Milano Cracking Art

Commenti

commenti

1 Comment

Leave a Reply