Taste of Milano

Taste of Milano

Quattro giorni di alta cucina a prezzi popolari, il tutto condito da workshop, degustazioni, etichette pregiate e incontri con top chef: dall’8 all’11 maggio torna Taste of Milano, il più grande Restaurant Festival del mondo.

di Redazione web | 22 aprile 2014

Torna anche quest’anno Taste of Milano, evento enogastronomico all’insegna della cucina italiana e internazionale giunto alla sua 5^ edizione: epicentro della quattro giorni sarà ancora una volta il Superstudio Più di via Tortona, sede di un ricchissimo programma di attività, laboratori, degustazioni esclusive e appuntamenti con i top chef provenienti dai migliori ristoranti d’Italia.
Se l’anno scorso il tema dominante era la cucina regionale, quest’anno grande attenzione sarà dedicata all’esperienza pratica, grazie proprio agli incontri ravvicinati con gli chef, durante i quali ci si potrà mettere alla prova e scoprire i trucchi del mestiere. Non mancheranno poi le tre grandi novità del 2014: la Cucina Sostenibile, il Wine Caveau e il Tavolo delle Meraviglie.

Scopo della manifestazione è ancora una volta la volontà di avvicinare il grande pubblico ad una cucina particolarmente ricercata e attenta, spesso erroneamente considerata per pochi: da giovedì 8 maggio a domenica 11 sarà infatti possibile degustare i piatti di chef stellati a prezzi decisamente popolari, il tutto grazie alla formula “tapas”, piccoli assaggi a basso prezzo che se da una parte consentono di comprendere la struttura e il senso di una portata dall’altro lasciano spazio per provare nuove esperienze culinarie.

Quest’anno il team di top chef presenti alla manifestazione comprende:
Andrea Aprea (Vun, Park Hyatt Milan – Milano)
Fabrizio Cadei (Acanto – Hotel Principe di Savoia – Milano)
Daniel Canzian (Daniel – Milano)
Iside De Cesare (La Parolina – Trevinano)
Aurora Mazzucchelli (Ristorante Marconi – Sasso Marconi)
Andrea Migliaccio (LARTE – Milano)
Roberto Okabe (Finger’s Garden – Milano)
Wicky Priyan (Wicky’s – Milano)
Andrea Provenzani (Il Liberty – Milano)
Marco Sacco (Piccolo Lago – Verbania Fondotoce)
Misha Sukyas (L’Alchimista – Milano)
Matteo Torretta (ASOLA |Cucina Sartoriale – Milano)
Ilario Vinciguerra (Ilario Vinciguerra Restaurant – Gallarate)

Gli chef proporranno alcune delle loro portate simbolo all’interno di piccoli menù pensati appositamente per la manifestazione: per conoscere i menù e scoprire i giorni in cui sarà possibile incontrare ogni singolo top chef è possibile consultare il sito dell’evento.

Per gli appassionati di vino da non perdere l’evento collaterale Wine Caveau, un’occasione unica per assaggiare etichette leggendarie senza dover accendere un mutuo. Il modo per abbattere la barriera del prezzo è semplice: condividere! 100 bottiglie di vino selezionatissime sono infatti proposte in vendita non per essere lasciate in cantina ma per essere stappate e godute sul momento tra appassionati, dividendo in questo modo il prezzo tra più calici diversi. E poi ancora ci saranno Blind Taste per riconoscere i sapori al buio, l’evento Tavolo delle Meraviglie alla ricerca dei gusti più insoliti e misteriosi, i workshop di pasticceria e ancora molto altro.

E per chi non fosse sazio il 2014 riserverà altre sorprese: a settembre arriva infatti Taste of Rome e a novembre la prima edizione di Taste of Christmas, siete avvertiti.

 

Dall’8 all’11 maggio
Taste of Milano
Superstudio Più
Via Tortona 27

Foto in apertura di Carlo Fico (Taste of Milano edizione 2013)

Taste of Milano (locandina)

Commenti

commenti

Be first to comment