Caffè Helsinki

Helsinki

Un po’ di Finlandia arriverà a Milano nelle prossime settimane: con Caffè Helsinki parte il festival della cultura finlandese, che propone incontri, letture pubbliche, mostre fotografiche ma anche cene e lezioni di lingua gratuite per tutti gli appassionati del Grande Nord.

di Redazione web | 23 maggio 2014

È uno dei paesi più misteriosi e pieni di contraddizioni d’Europa, lontano dalla solite vie battute dal turismo di massa: proprio per questo la Finlandia rimane ancora oggi una terra ricca di fascino tutta da scoprire. Per promuovere questo scambio di culture e conoscenze nasce Caffè Helsinki, il festival di cultura finlandese che dal 26 maggio al 12 giugno invaderà Milano in numerosi luoghi simbolo della città, dalla GAM Galleria di Arte Moderna allo Spazio Oberdan, dalla Cascina Cuccagna al Parco Sempione, in un susseguirsi di eventi, letture pubbliche e incontri culturali che porteranno un po’ di spirito nordico anche da noi.
Il festival, ideato e organizzato da Iperborea, nasce dopo le positive esperienze di Caffè Amsterdam nel 2010, Caffè Copenaghen nel 2012 e Caffè Stoccolma nel 2013 dedicate alla scoperta della cultura olandese, danese e svedese. E nasce ovviamente anche dalla constatazione che in una città a vocazione europea e internazionale come Milano, si possa trovare il punto d’incontro tra l’Italia e i paesi del Nord Europa, e l’accoglienza e il dialogo con tutti quelli che vi hanno trovato (ieri come oggi) un nuovo habitat di vita e di cultura.
Il “viaggio” nella cultura finlandese comprenderà sia le testimonianze dei suoi autori classici, sia uno sguardo su tutta la fervente scena culturale contemporanea, che spazia dal cinema alla letteratura, dall’arte alla gastronomia.

Sul fronte della letteratura Milano ospiterà una serie di incontri su e con autori finlandesi contemporanei, i migliori della scena contemporanea: Rosa Liksom (finalista del Premio Strega Europeo 2014 e vincitrice del Premio Finlandia 2011, il più prestigioso riconoscimento letterario finlandese) incontrerà nel giorno dell’inaugurazione la scrittrice Luciana Castellina il 26 maggio a Palazzo Reale per parlare di Finlandia, di Russia, Transiberiana e del suo ultimo romanzo Scompartimento n.6. E poi ancora Kari Hotakainen, considerato il più importante scrittore finlandese conosciuto per l’umorismo pungente e dissacrante, e Tuomas Kyrö parleranno di umorismo finlandese alla Cascina Cuccagna con lo scrittore italiano Marco Rossari.

Durante le due settimane avranno luogo incontri e reading in sedi diverse tra librerie e università. La Biblioteca Sormani ospiterà una mostra bibliografica sulla letteratura finlandese in Italia e Luca Scarlini dedicherà una conferenza-spettacolo alla vita del grande classico Mika Waltari e una a Tove Jansson, autrice e artista di cui cade quest’anno il centenario della nascita, considerata “monumento nazionale” in Finlandia, nota in tutto il mondo per i suoi libri per l’infanzia, la serie dei Mumin.

Dal 4 al 6 giugno allo Spazio Oberdan ci sarà una rassegna sul vivacissimo cinema finlandese contemporaneo: opere della nuova generazione di cineasti, molte delle quali non distribuite nelle sale italiane. Su tutte segnaliamo Mittsommernachtstango (Tango di una notte di mezza estate) di Viviane Blumenschein, un rocambolesco road movie sul tango finlandese, e uno speciale omaggio ai due grandi maestri Aki e Mika Kaurismäki, con una selezione di titoli della loro ampia filmografia e l’ultimo, nuovo film di Mika Tie Pohjoiseen (La strada verso nord).

Molti sono gli eventi collaterali in tutta la città, a cominciare dal “Concerto per Milano” della Filarmonica della Scala, in piazza Duomo, con Lang Lang e il direttore finlandese Esa-Pekka Salonen, che l’11 giugno sarà anche alla Galleria d’Arte Moderna (GAM) per parlare della scuola musicale finlandese insieme a Angelo Foletto.
Per i gourmet più curiosi è da segnare in agenda la cena finlandese del 28 maggio a Cascina Cuccagna, con menù a cura dello chef Kimmo Kettunen.
Il 4 giugno, il noto brand finlandese di design iittala, che dal 1881 segna la storia del design nordico, propone un incontro tra design, esclusivamente finlandese e caffè tutto italiano, mentre Matti Klenell, uno dei più apprezzati ed emergenti designer nordici che collabora da alcuni anni con iittala, sarà il protagonista di un talk sulle nuove tendenze del design finlandese.
Da non perdere sono anche le “lezioni gratuite di finlandese” dentro il Parco Sempione: una proposta semplice, allegra, dinamica e più di ogni cosa aperta a tutti gli appassionati del Grande Nord e della Finlandia.

Il programma completo sul sito ufficiale.

Locandina Caffè Helsinki

Commenti

commenti

Be first to comment