La Milano Agricola

Cascina Basmetto

Il Comune di Milano ha da poco censito tutte le 30 cascine presenti sul territorio agricolo: da questo è nata una mappa completa, un importante passo avanti per far conoscere una realtà che ancora oggi rivendica un preciso ruolo all’interno del tessuto sociale cittadino.

di Redazione web | 14 maggio 2014

È stata presentata l’11 maggio la prima mappa mai realizzata dal Comune di Milano di tutte le 30 cascine (comunali e non) presenti all’interno del distretto agricolo milanese: questo vero e proprio censimento permette di portare alla luce in maniera organica e strutturata quello che è un patrimonio straordinario tipico del territorio rurale lombardo e cittadino, ancora oggi vero baluardo di importanti valori socio-culturali, educativi e ricreativi.
La mappa, che è possibile scaricare direttamente dal sito internet del Comune, è stata realizzata in collaborazione con il distretto agricolo e il Touring Club Italiano: attualmente sono in fase di distribuzione le prime 10mila copie in diversi punti della città, dall’Expo Gate all’Urban Center della Galleria, e ovviamente sono disponibili all’interno delle cascine e nelle sedi del Touring Club.

La mappa illustra le peculiarità di ciascuna realtà, a partire dalle sue origini e dalla sua storia, in alcuni casi anche molto antica e risalente all’epoca degli ordini monastici o addirittura agli insediamenti dell’età romana. Viene quindi dedicata grande attenzione alle attività di fruizione pubblica che oggi si svolgono in ciascuna struttura: produzione e commercializzazione dei prodotti a filiera corta, agriturismo e ippoturismo, accoglienza di persone in difficoltà e progetti contro l’emarginazione sociale, offerta di tirocini e stage per studenti, campus estivi, feste tradizionali legate al mondo rurale, eventi artistico-musicali e persino aggiornamenti tecnico-professionali sulle fitopatologie.
Viene quindi segnalata la presenza di ghiacciaie, molini, marcite e fontanili, la vicinanza a punti di interesse storico-artistico come chiese e abbazie, e sono indicati gli itinerari ciclopedonali di collegamento tra le cascine e le informazioni utili per raggiungerle anche con i mezzi pubblici.

Ada Lucia De Cesaris, vicesindaco con delega all’Agricoltura ha spiegato: “Far conoscere al pubblico le attività che si svolgono nelle aziende agricole milanesi, come le coltivazioni locali, l’allevamento e la vendita diretta dei prodotti della terra, significa promuovere una parte importante dell’economia e porre l’attenzione alla qualità e alla sicurezza del cibo e, quindi, dell’alimentazione”.

Il mondo delle cascine è ancora oggi più attivo che mai: nel nostro piccolo itinerario tra le più belle e antiche cascine di quartiere avevamo raccontato alcune di queste realtà, ma a Milano la superficie agricola utilizzata è di fatto enorme, pari a 2.910 ettari, con oltre 117 imprese agricole attive e una produzione che tra mais, riso, latte, carne, ortaggi e fiori, è stimabile in circa 10 milioni di euro annui. Il progresso insomma, passa anche da qui.

 

Foto in apertura: Cascina Basmetto di Maurizio Plebani (www.milanointornomilano.blogspot.com).

Commenti

commenti

Be first to comment