Wired Next Fest

Wired Next Fest 2014

Il futuro, in tutte le sue connotazioni, sbarca a Milano questo weekend: la tre giorni del Wired Next Fest porta ai Giardini Indro Montanelli il sapere e la conoscenza con una serie di incontri, workshop, spettacoli, tra divulgazione ed esplorazione.

di Redazione web | 13 maggio 2014

Si rinnova per il secondo anno consecutivo l’appuntamento con Wired Next Fest , manifestazione nata grazie alla collaborazione tra Wired, il mensile Condé Nast, e il Comune di Milano. Tra venerdì 16 e domenica 18 maggio ai Giardini Indro Montanelli torna l’evento dedicato non solo agli appassionati di tecnologia, ma in generale a chi vive con curiosità il mondo che lo circonda, chi cerca l’innovazione in ogni settore, dall’economia all’intrattenimento, dalla cultura alla conoscenza, secondo quelle che sono le parole d’ordine di questa edizione: velocità, visibilità e leggerezza.
I giardini di Porta Venezia si trasformeranno per tre giorni in un grande luna park della scienza e della tecnologia: sono previsti numerosissimi appuntamenti e incontri, oltre 100 relatori, performance artistiche, laboratori di stampa 3D, workshop e molto altro, anche grazie all’adesione di due importanti location del Parco, il Civico Planetario (sede di concerti e spettacoli) e il Museo di Storia Naturale (dove si terranno seminari e conferenze nell’aula magna).
Gli obiettivi sono la divulgazione al pubblico più vasto possibile e l’esplorazione di tutto ciò che è innovativo: la direzione è curata da Massimo Russo, il direttore della testata, e prodotto in collaborazione con Codice-Idee per la cultura.
All’interno del parco saranno presenti tre grandi cupole: la Red Dome sarà il palco principale della manifestazione, ma non mancheranno anche aree dedicate al ristoro e all’accoglienza.

Venerdì 16. Il primo giorno è dedicato ai protagonisti dell’innovazione e della nuova imprenditoria italiana e globale, con le Amazing Stories dedicate ai talenti del nostro paese, le conferenze sulla start up nation e sulle piattaforme digitali di nuova generazione, seminari dedicati al personal branding e al blogging.

Sabato 17. Scienza, sapere umanistico, economia e attivismo sociale e civile, in un susseguirsi di ospiti appartenenti a tutte le diverse sfere del sapere. Tra loro lo scrittore Evgeny Morozov, da sempre critico sulla visione entusiasta della rete; il giovane Andrea Vaccari che parlerà della sua storia professionale con Facebook e Mark Zuckerberg; il politologo inglese Andrew Keen; l’hacker Jaromil, attivista e media artist. C’è grande attesa anche per la chiusura della giornata con l’unica data italiana di Giorgio Moroder, a ingresso gratuito.

Domenica 18. È la giornata della leggerezza, con testimonial speciali l’astronauta Luca Parmitano, il regista Gabriele Salvatores, gli chef stellati Davide Oldani e Heinz Beck, il fumettista Zerocalcare, Stephen Attenborough di Virgin Galactic e, per la prima volta in Italia, Shaolan Hsueh, la disegnatrice di Taiwan premiata da Wallpaper, che ha realizzato un corso visivo per imparare a leggere il cinese.

 

Wired Next Fest 2014
giardini Indro Montanelli
dal 16 al 18 maggio
nextfest.wired.it

Commenti

commenti

Be first to comment