Una notte a Villa Panza

Villa Panza Varese

Sulle colline di Varese, una notte magica a Villa Panza tra stelle, architettura, cibo e arte contemporanea: un’occasione unica per scoprire uno dei gioielli del FAI a pochi chilometri da Milano.

di Redazione web | 17 giugno 2014

Circondata da un magnifico giardino all’italiana, Villa Menafoglio Litta Panza di Biumo è oggi un bene del FAI conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per la collezione d’arte contemporanea che Giuseppe Panza di Biumo vi ha raccolto a partire dagli anni ’50. La Villa è stata costruita alla metà del XVIII secolo per volontà del marchese Paolo Antonio Menafoglio e ampliata in epoca neoclassica dall’architetto Luigi Canonica: il risultato è quello che possiamo vedere oggi, un’architettura tipicamente italiana di fine ‘800, con saloni e scuderie in cui oggi sono esposte oltre cento opere di artisti contemporanei, ricchi arredi del periodo che va dal XVI al XIX secolo e un’importante raccolta di arte africana e precolombiana.

Villa e Collezione Panza risplenderanno domenica 22 giugno con un’apertura eccezionale di sera, dalle 19 in poi (prenotazione obbligatoria, qui tutte le informazioni), un’occasione unica per visitare al crepuscolo la mostra Aisthesis. All’origine delle sensazioni, un’opera d’arte ambientale di Robert Irwin e James Turrell in grado di offrire esperienze percettive uniche, tra colori, spazi, luci che si annullano e diventano assoluti.

La notte di Villa Panza prevede un aperitivo all’aperto organizzato dal Ristorante Luce, mentre nel Salone Impero si terrà la conferenza Le bellezze dell’Universo, a cura dell’Osservatorio Astronomico di Campo dei Fiori: durante l’evento per tutti i partecipanti sarà anche possibile osservare con i propri occhi la volta celeste grazie ai telescopi messi a disposizione.

 

Villa Panza
piazza Litta 1
Varese

Mostra Aisthesis. All’origine delle sensazioni

 

Aisthesis

James Turrell, Ganzfeld, Varese 2013

Commenti

commenti

Be first to comment