Design Double Face

design open lissoni

Caldo e freddo, liscio e ruvido, morbido e duro. Una delle nuove tendenze del design è dettata dal contrasto tra due materiali, il legno e il metallo, dalla natura e dalla sostanza completamente differenti.

di Davide Rota

Una delle ultime tendenze in fatto di design non è legata a grandi rivoluzioni in campo ingegneristico o a nuovi materiali nati da anni di ricerca. È una tendenza ben più low profile e che negli ultimi anni ha preso sempre più piede, assumendo man mano una propria identità, rivelandosi in tutto il suo splendore durante l’ultima edizione del Salone del Mobile di Milano. Un ritorno al passato, che trova forse le sue radici nelle lavorazioni artigianali tanto care al nostro modo di intendere il design contemporaneo e che si esprime oggi con oggetti e arredi nati dal giusto mix di legno e metallo. Se Micheal Thonet, il famoso ebanista creatore di una tra le più celebri e rivoluzionarie sedute al mondo, non avesse sperimentato e inventato un nuovo metodo di lavorazione del legno, certamente molti degli oggetti creati oggigiorno non sarebbero possibili. E proprio a lui e a tanti altri “rivoluzionari” del design, i nuovi oggetti sembrano inconsapevolmente fare omaggio, provando però ad andare oltre, accostando differenti materiali e differenti lavorazioni e riuscendo a ottenere un risultato omogeneo e dal forte impatto emotivo. Il metallo e il legno sono due materie completamente differenti, sia nell’aspetto sia nella tipologia di lavorazione, così come nelle sensazioni che donano al tatto e alla vista. Eppure, quando accostate, assumono un effetto quasi omogeneo diventando un tutt’uno e rappresentano, a detta di molti, una delle migliori accoppiate degli ultimi anni. Un fenomeno che non si è soffermato solamente al mondo dei complementi d’arredo e dell’oggettistica (dove già negli anni passati aveva mostrato buoni risultati), bensì ha trovato, durante la kermesse milanese, un campo particolarmente fertile all’interno dei padiglioni della cucina e in generale dell’arredo contemporaneo.
Dai brand più affermati alle nuove aziende che cercano di farsi largo nel mercato, quasi tutti hanno seguito il trend e proposto mobili dalla doppia personalità, adatti per un ambiente sobrio ed elegante ma anche per vestire gli interni più contemporanei e attenti alle mode. Se dovessimo premiare la migliore coppia dell’anno – gossip a parte – il duo legno + metallo non avrebbe rivali sul red carpet del design.

 

Design per uomini
Piero Lissoni ha affermato che la nuova cucina in legno e acciaio “è diventata uno spazio per gli uomini”. Sarà vero?

Design, Moroso

Moroso – Double Table
Tavolo + tavolo = doppio tavolo. È la semplice equazione usata dal designer Jörg Schellmann per creare un tavolo in legno e metallo.
www.moroso.it

 

 

B&B Italia, Almora

B&B Italia – Almora
Porta il nome della regione indiana dalla quale si gode una vista mozzafiato sull’Himalaya, la nuova poltrona progettata dal duo Doshi Levien.
www.bebitalia.com

Riva1920, temperino

Riva 1920 – Temperino
Un “fuori scala”, pensato da Alessandro Guidolin, uno sgabello/panca in legno di cedro profumato con elementi decorativi in metallo.
www.riva1920.it

 

Formabuona, urban bike

Formabuona – Urban Bike
Bicicletta costruita a mano da Selva con un telaio monoscocca in legno zebrano, anima in ciliegio e finiture in acciaio e Teak.
www.formabuona.com

 

Manutti, Air divano

Manutti – Air
Il nuovo divano per l’outdoor presentato dal famoso brand belga nasce dall’accostamento di una base in acciaio e un piano in legno Iroko.
www.manutti.com/it

 

In apertura: Open, la nuova cucina progettata dall’architetto Piero Lissoni per Boffi. Un monoblocco in acciaio con zona cottura, lavaggio, tagliere centrale e due cassetti di servizio.

Articolo pubblicato su Club Milano 20, maggio – giugno 2014. Clicca qui per scaricare il magazine.

Commenti

commenti

Be first to comment