Inizia la Milanesiana

Milanesiana

Arrivata al suo 15° compleanno, La Milanesiana rinnova tutta la sua vocazione internazionale con un ciclo di appuntamenti culturali lungo quasi tre settimane, ospiti da tutto il mondo, mostre ed eventi collaterali in moltissimi luoghi della città.

di Redazione web | 23 giugno 2014

Inizia oggi la 15° edizione de La Milanesiana, che dal 23 giugno al 10 luglio 2014 offrirà a Milano oltre 40 appuntamenti culturali, con più di 160 artisti pluripremiati provenienti da 32 Paesi diversi. Oltre agli incontri con gli autori, il cartellone è composto da 6 mostre, 7 appuntamenti teatrali (di cui 2 prime), 19 concerti e 10 proiezioni, con spettacoli in gran parte commissionati proprio dalla Milanesiana e qui presentati per la prima volta.
Quest’anno il tema della rassegna è la Fortuna e il Destino: la ricca proposta artistica, che spazia tra diversi saperi conferma ancora una volta la sua spiccata vocazione internazionale.
Accanto agli storici luoghi della città che da sempre la ospitano, come il Teatro Dal Verme, la Sala Buzzati del Corriere della Sera e lo Spazio Oberdan, La Milanesiana entrerà in tanti spazi inediti, come il Palazzo Edison o la Pinacoteca di Brera, sino a realizzare un vero e proprio tour che permea la città in ogni suo angolo. “La Milanesiana compie quindici anni, diventando un’esperienza culturale ancora più policentrica e diffusa sul territorio, in linea con la tendenza ‘pervasiva’ del cartellone di eventi di Expo in Città. Per il secondo anno consecutivo infatti la manifestazione sceglie Palazzo Reale, che si conferma uno dei luoghi simbolo della vita artistica della città, ma coinvolge anche la Biblioteca comunale Valvassori e altri luoghi in diverse zone in cui si svolge la variegata vita culturale di Milano”, ha dichiarato l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno.

Sono tre le sezioni in cui si sviluppa La Milanesiana 2014, oltre a tutti gli eventi collaterali, quest’anno ancora più numerosi, che prenderanno vita a Torino.
La prima sezione (dal 23 al 26 giugno) è costituita dalle tradizionali Serate al Teatro Dal Verme. In scena Jonathan Lethem ed Edoardo Nesi; con loro l’amatissima voce di Gino Paoli per l’occasione insieme a Danilo Rea. Nelle serate successive: il Premio Strega 2003 Melania Mazzucco e il Premio Pulitzer 1999 Michael Cunningham, il Premio Nobel per la letteratura 2000 Gao Xingjian, oltre a Ute Lemper, l’Ensemble Berlin e il pianista RaminBahrami.

La seconda sezione del Festival (dal 27 giugno al 2 luglio) ripropone la formula di Orariocontinuato, una proposta culturale che attraversa e occupa tutta la giornata. Le prime tre giornate sono dedicate la mattina a Le ragioni del canto, a cura di Paolo Terni, nella sede di Palazzo Reale, nella Sala Otto Colonne. Per le serate invece ci si sposta nella location inedita dell’Università IULM, con ospiti il Premio Nobel per l’economia 2005 Robert Aumann, il filosofo Giovanni Reale, il sociologo francese Michel Maffesoli, l’antichista Eva Cantarella.

Infine, l’ultima sezione, La Rosa monografica è in programma dal 4 al 10 luglio. Si comincia con il cinema di Edgar Reitz, regista e sceneggiatore tedesco, noto per la trilogia epica di Heimat, della durata totale di cinquantaquattro ore, di cui la Milanesiana proporrà il quarto “capitolo”, presentato quest’anno al Festival di Venezia. Si continua il 5 luglio con il cinema sperimentale anni ’60 di Tinto Brass, mentre il 6 luglio arriva in anteprima lo spettacolo teatrale di Tony Laudadio Luiz torna a casa, seguito nella serata dell’8 luglio da una seconda anteprima al Teatro Franco Parenti, Finalmente Truffaut, di Mario Sesti e Valerio Cappelli, con Sergio Rubini.

A chiudere La Milanesiana 2014 sarà la lunga notte dedicata ai 25 anni di Blob, con una proiezione a cura di Enrico Ghezzi e una lettura concerto con Marco Morgan Castoldi.

Le serate de La Milanesiana sono a ingresso libero.

 

Qui per il programma completo.

Milanesiana Locandina

Commenti

commenti

Be first to comment