Mantova in letteratura

Festivaletteratura Mantova

Con Festivaletteratura le piazze e le strade di Mantova diventano il nuovo epicentro della narrativa italiana e internazionale: incontri, appuntamenti, eventi e pubbliche letture per scoprire quale direzione ha preso la letteratura moderna.

di Redazione web | 29 luglio 2014

Da mercoledì 3 a domenica 7 settembre torna a Mantova Festivaletteratura, appuntamento che nel corso dei suoi 18 anni di vita (la prima edizione è del 1997) è riuscito ad attrarre sempre più partecipanti, costruendo nel tempo una vera e propria community di appassionati che durante tutto l’anno sostengono e promuovono il progetto e la filosofia alla sua base.
“La specie umana non sa resistere al richiamo della narrazione”: con le parole di Jonathan Gottschall, atteso ospite di quest’anno, il Festivaletteratura riconferma ancora una volta come la passione per la narrazione sia il cardine dell’evento, che anche nell’anno della maturità porta avanti il suo progetto di ricerca di nuovi talenti emergenti.
Proprio in quest’ottica, l’edizione numero 18 di Festivaletteratura lancerà interessanti proposte: tra i molti nomi, da annotare la brasiliana Adriana Lisboa, tra i più significativi autori under 40 dell’America Latina; Olivier Rohe, promessa del romanzo francese; il tedesco David Wagner, vincitore del Leipziger Buchpreis nel 2013; l’olandese Tommy Wieringa, che la critica ha paragonato a Salinger, John Irving e Paul Auster.

Moltissimi gli ospiti stranieri da non perdere, a cominciare dal premio Pulitzer Elizabeth Strout, considerata tra le più profonde e raffinate interpreti della narrativa americana contemporanea. Tra le piazze di Mantova interverranno anche Rafael Chirbes; David B., ritenuto uno dei più grandi narratori del fumetto a livello internazionale; Julian Fellowes (autore della serie televisiva Downton Abbey e sceneggiatore); Robert Macfarlane, Jean-Christophe Rufine moltissimi altri.

Tra i narratori italiani presenti quest’anno a Mantova si segnalano Alberto Arbasino, Ermanno Rea e Sebastiano Vassalli, insieme a scrittori che recentemente si sono imposti all’attenzione della critica come Francesco Pecoraro, Elisa Ruotolo e Giulio Questi.
Saranno organizzate anche letture e incontri tematici: Gipi sarà uno dei principali protagonisti degli incontri dedicati al graphic novel, mentre il tradizionale focus sul giallo italiano vedrà la partecipazione di Elisabetta Bucciarelli, Roberto Costantini, Sandrone Dazieri, Patrick Fogli, Davide Longo e Stefano Tura. E poi ancora attesissima la partecipazione di Stefano Benni, che durante il suo incontro cercherà di rispondere a una domanda atavica: a cosa serve la letteratura?

Altro tema della 18esima edizione non può che essere la memoria: nella ricorrenza del centenario della Prima guerra mondiale, Festivaletteratura cercherà infatti di restituire voce e volto agli uomini gettati in battaglia grazie a due appuntamenti. Con un’installazione sonora nella Cripta di San Sebastiano sarà possibile ascoltare le voci dei tanti italiani chiamati alle armi, mentre alla Sagrestia dell’Archivio di Stato, attraverso la consultazione dei registri dei ruoli matricolari, si potranno ricostruire le vicende militari di parenti e antenati che hanno partecipato alla Grande Guerra. Sempre legati al tema della memoria saranno organizzati anche eventi di narrativa e incontri con la consultazione di testimonianze d’archivio e materiali documentari, senza dimenticare gli appuntamenti dedicati alla poesia, la modalità letteraria privilegiata per riscoprire l’eredità del nostro passato.

Giovani emergenti, memoria, crisi di identità, evoluzione della letteratura nell’era del web: questo e molto altro è Festivaletteratura 2014, appuntamento vitale dedicato a tutto ciò che ruota intorno alla narrativa ma anche un’occasione, se mai ce ne fosse bisogno, per perdersi tra le strade e le piazze di una città, Mantova, che non smette mai di incantare.

 

dal 3 al 7 settembre
Festivaletteratura
Mantova

Festival Letteratura Mantova

Commenti

commenti

Be first to comment