Gli ostelli che non ti aspetti

Aydinli cave house

Se pensate siano cheap, sovraffollati, anonimi o frequentati solo da giovani under 30 allora vi sbagliate di grosso, gli ostelli sono diventati luoghi di design dove fantasia e originalità la fanno da padrone, per offrire un soggiorno sorprendente e comfort che non hanno nulla da invidiare agli alberghi a 5 stelle.

di Antonella Armigero | 28 luglio

Spesso si associano gli ostelli alle vacanze da liceali o universitari, quando il budget ridotto e la voglia di partire per esplorare il mondo facevano dimenticare il comfort e i plus di un qualsiasi hotel.
Oggi le cose sono cambiate, gli hostel si trasformano in strutture d’eccellenza per offrire l’accoglienza e la personalità di una casa con tutte le comodità e le ricercatezze di alberghi e resort di lusso. Alcuni sorgono in luoghi meravigliosi altri sono ospitati il location davvero sorprendenti. Abbiamo selezionato gli ostelli più originali del mondo per i quali vale la pena il viaggio solo per visitarli.

 

Jumbo Stay

Jumbo Stay

Il viaggio è il tema primario, in aereo però, infatti Jumbo stay è il primo ostello realizzato all’interno di una cabina di un vero Boeng 747 che ha volato anche per la mitica Pan Am. Parcheggiato soli 10 minuti dall’aeroporto di Arlanda a Stoccolma, questo ostello ultra moderno offre l’ebbrezza di dormire a bordo con tutti i comfort di una compagnia aerea di lusso, ovviamente senza prende quota.
Dispone di 25 comode stanze, 8 bagni e una suite proprio nella cabina di pilotaggio, la terrazza panoramica si trova su un ala dell’aeroplano. Se vi viene fame i membri dell’equipaggio sono a vostra disposizione per servirvi gustosi snack o un drink nel jumbo jet cafè. Per questa volta rimanere a terra con l’aereo non sarà uno spiacevole inconveniente.

 

Bunk Beyoglu

Bunk Beyoglu

Si trova a nel quartiere di Beyoğlue il primo luxury hostel di Instanbul, il Bunk è un vero gioiello architettonico dotato di hammam, idromassaggio riscaldato e una vita panoramica mozzafiato nella fantastica terrazza dove potrete rilassarvi con i narghilè.
L’ingresso e l’area lounge del Bunk Beyoglu vi lascerà senza fiato, il soffitto che riproduce una sorta di galleria sui palazzi del centro città, e il lungo accogliente divano vi aspettano per riposarvi dopo la una giornata alla scoperta delle bellezze di Istanbul. L’atmosfera è giovane e cosmopolita come i 4 soci del progetto che si spostano dall’Inghilterra la Germania e la Turchia importando stili e tendenze sempre attuali.

 

Golly & Bossy Spalato

Golly & Bossy Spalato

Se durante l’anno i centri commerciali ti fanno venire la pelle d’oca, in vacanza potrebbero essere un piacevole luogo dove riposarsi e divertirsi, a patto che siano come il boutique-hostel Golly & Bossy di spalato in Croazia. Situato nel luogo di villeggiatura preferito dall’imperatore Diocleziano, oggi meta turistica alla moda, questo ostello vicinissimo alla spiaggia ha mantenuto la struttura interna dello shopping center con ampi spazi e scale mobili. Il Golly & Bossy vi sorprenderà con i suoi interni che uniscono design giovane e guerilla, il colore predominante dello spazio, minimal ma raffinato, è il giallo che dà energia e luminosità alle camere. Simpatica la segnaletica sul pavimento e sulle parete tipica di alcuni centri commerciali con frecce e numeri, interessanti le aree comuni che insegnano un po’ la storia di Spalato attraverso date e nomi di artisti e personaggi illustri.

 

Aydinli Cave Hotel

Tutto all’insegna della storia e questa volta davvero antica è l’ Aydinli Cave Hotel costruito nel cuore di Goreme vecchio in Cappadocia. Qui potrete giocare a fare gli uomini delle caverne, infatti la struttura scavata nella roccia, riproduce le abitazioni rupestri tradizionali della zona. La maggior parte della stanze sono dotate di camini in pietra, vasche idromassaggio, bagno turco e salotti con cuscini e tessuti tipici ricavati nella roccia. Da non perdere la terrazza in cima all’ostello dove fare colazione e godere della vista panoramica del villaggio antico con le casette color miele e la moschea. Un modo insolito di soggiornare in questi territori ricchi di storia.

 

Enigmata Treehouse Ecolodge

Enigmata Treehouse Ecolodge

Da piccoli avete sempre sognato una casa sugli alberi? Grazie all’Enigmata Treehouse Ecolodge potrete finalmente realizzarlo. Si trova a Camiguin Island nelle Filippine ed è considerato l’ostello più ecologico del mondo. Immerso nella natura incontaminata questo ostello è realizzato in cima a un’altissima acacia secolare da cui è possibile vedere il mare.

Questo eco-lodge è dotato di un modernissimo sistema di riciclo e depurazione dell’acqua e ogni ambiente è stato concepito per il minor dispendio energetico possibile.
Un’esperienza unica a contatto con la natura da vivere e condividere con gli altri visitatori e con i tanti artisti locali che hanno lasciato la loro impronta nei dipinti, negli arazzi e arredi che decorano le stanze e gli ambienti comuni. Dettaglio importante: l’ostello è riservato esclusivamente ai non fumatori.

 

Ostello Generator Venice

Ostello Generator Venice

Si trova in un antico granaio sull’isola della Giudecca di fronte a Piazza San Marco il primo ostello italiano della catena Generator. Unico nel suo genere è un ottimo punto di partenza per visitare le bellezze di Venezia grazie all’attracco del vaporetto proprio vicino alla struttura.
Ampi spazi, travi in legno a vista e un arredamento retrò lo rendono caldo e accogliente, gli spazi sono stati progettati per rilassarsi e socializzare, scambiando con gli altri ospiti esperienze di viaggio, oppure per fare una partita a biliardo in uno dei salottini in stile vintage allestito dove prima veniva stipata la farina.

 

Ostello bello Milano

Ostello bello Milano

Chiudiamo con quello che è stato considerato il più bel ostello d’Italia, stiamo parlando di Ostello Bello a Milano. Situato in un palazzo in pieno centro storico, in via Medici al Carrobbio, è la prima struttura che porta nella nostra città un po’ dell’atmosfera europea: giovane, divertente e versatile.
Assecondando il motto “Questa casa non è un albergo” Ostello Bello offre il calore famigliare e le coccole di una casa oltre a tantissimi altri plus: aperitivi, corsi di cucina, festival musicali, mercatini e orti in cassetta da coltivare sul terrazzo tra una pennica e l’altra sulle amache a disposizione. Un luogo dove rilassarsi o lavorare grazie allo spazio coworking aperto a tutti: milanesi e turisti. Qui si parlano tante lingue quanti sono gli ospiti dell’ostello e si respira aria di arte e convivialità. Non è raro trovare disegnatori, musicisti e designer lavorare ai propri progetti sui divanetti al piano di sotto o tra i mobili coloratissimi dell’ingresso pronti a improvvisare una jam session al pianoforte o alla chitarra. Chi lo ha detto che i milanesi sono freddi e inospitali?

 

 Foto d’apertura Aydinli Cave Hotel, Cappadocia.

Commenti

commenti

Be first to comment