50 anni di “Rossa”

Inaugurazione M1 Milano

Era il 1 novembre del 1964 quando Milano inaugurava la prima linea della metropolitana, diventando una città moderna e all’insegna della velocità e dell’efficienza. Una corsa durata 50 anni quella della “Rossa”che viene celebrata con una mostra, visite guidate, musica e teatro.

di Antonella Armigero | 30 ottobre 2014

I milanesi  la chiamano la “rossa” da sempre, da prima che arrivassero la gialla, la verde e ora la nuovissima lilla; sono passati 10 lustri da quando i vagoni ancora su gomma sfrecciavano per la prima volta tra le 21 stazioni che collegano Piazzale Lotto a Sesto Marelli: 12,5 chilometri di percorso sotterraneo che hanno rivoluzionato per sempre il volto della città e il modo di spostarsi quotidiano dei suoi abitanti.

I lavori che bloccarono la città per 7 anni, sopportati pazientemente dai cittadini di allora, hanno permesso alla città di diventare un esempio di modernità e di efficienza ancora oggi ricordato come il Metodo Milano; l’innovativo sistema utilizzato per scavare tunnel sotterranei in una città come la nostra costruita sull’acqua.

Per festeggiare questo compleanno importante oltre al biglietto celebrativo disegnato per l’occasione sono in programma una serie di eventi esclusivi, come la mostra Milano SottoSopra all’Expo Gate; un tunnel emozionale lungo 20 metri dove si potrà rivivere l’esperienza vissuta dai nostri nonni con il primo viaggio in metro. Non mancheranno momenti d’arte e di divertimento, il 1 novembre infatti nelle stazioni San Babila, Duomo, Cairoli e Cadorna e sui vagoni lungo il tragitto della rossa saranno messe in scena rappresentazioni teatrali e concerti per  intrattenere cittadini e turisti in viaggio.

Non perdete Metropolì metropolà l’evento a sorpresa che si terrà sabato 1 novembre alle 17.30 davanti al Camparino in Galleria Vittoria Emanuele: verrà eseguito un inedito pezzo di storia musicale riscoperto dopo 50 anni.

Per tutto il mese di novembre sarà possibile visionare la mostra “Alla scoperta della rossa” presso la Fondazione Franco Albini, una raccolta di foto, documenti e materiale storico che ripercorre le tappe fondamentali della progettazione della linea 1, dallo studio dei colori – il rosso e il bianco che riprendono i colori dello stemma della città di Milano –  alla segnaletica, gli arredi e gli interni sotterranei che valsero a Franco Albini, Franca Helg e Bob Noorda il compasso d’oro.

Infine, torna nelle stazioni della MM1 il poster di Bruno Munari Declinazione grafica del nome Campari pensato per essere letto dal treno in movimento.

Per conoscere tutti gli eventi e scoprire curiosità, foto e materiale storico visitate questo link.

 

Foto d’apertura: L’arrivo del primo vagone della M1 al Castello Sforzesco, 1964

 

Commenti

commenti

Be first to comment