Un centro per la pace

Centro culturale Ikeda, Corsico

È stato inaugurato lunedì 27 ottobre a Corsico, sul Naviglio Grande, il Centro Culturale Ikeda per la pace della Soka Gakkai, uno tra i maggiori luoghi di culto buddista di tutta Europa.

di Redazione web | 30 ottobre 2014

“La parola pace, che è nell’intestazione di questo centro, può essere raggiunta solo con incessanti e quotidiane azioni di pace. Non esistono guerre che conducono alla pace”. Questo è solo uno stralcio del discorso di inaugurazione del Centro Culturale Ikeda per la pace, uno dei maggiori luoghi di culto buddisti d’Europa, che lunedì 27 ottobre ha richiamato a Corsico, sul Naviglio Grande, centinaia di fedeli, tra autorità, gente comune e volti noti. Non poteva mancare Roberto Baggio, sostenitore e vincitore nel 2010 del premio “World Peace Award” per il suo impegno umanitario, nonché buddista da una vita: “Pratico il buddismo da 27 anni – ha dichiarato – ed è stata la fortuna della mia vita”. Ad accoglierlo un pieno di affetto e poi l’applauso, forte come ai vecchi tempi, solo che questa volta non c’era nessun gol di mezzo.

Tra i presenti anche il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, che salutando la platea ha scherzato: “Ho una simpatia particolare di vita, forse non di fede ma di vita, per il buddismo, proprio perché credo nel dialogo interreligioso. Ho fatto molti viaggi in luoghi di buddisti, ho dormito nei templi buddisti, partendo dall’Italia pieno di sonniferi e tornando senza averne più bisogno. Quando sarò troppo trafelato e insonne, fatemi dormire qui”.

Nato all’interno del complesso rurale della Cascina La Guardia di Sopra, un tempo casa di contadini e fattori durante il casato Sforza e Visconti, il Centro Culturale Ikeda di Milano sarà aperto all’intera cittadinanza e non riservato esclusivamente a fedeli e studiosi.
Il maestoso kaikan (il castello) ricoperto di rame e simbolo dell’illuminazione di Buddha, frutto del progetto dello studio Peia Associati, accoglie una sala di meditazione con circa 900 posti a sedere: un gioiello da circa 15milioni di euro finanziati dai fedeli e chiamato a promuovere la cultura della pace. A richiederlo fortemente è stato infatti il Soka Gakkai, l’istituto buddista che in Italia conta 70mila seguaci, l’intento era ridare alla città uno spazio nuovo strappandolo al degrado e soprattutto creare: “Un centro dove la Pace partisse dall’esempio di azioni compiute”.

 

Centro Culturale Ikeda per la Pace
Tempio Buddista
Via Alzaia Trieste 53, ingresso da via Marchesi
Corsico

 

 

Commenti

commenti

Be first to comment