Paolo Conte in concerto

A 40 anni dal debutto cantautoriale, Paolo Conte torna con il nuovo disco “Snob” e un tour che, da ottobre al prossimo marzo, lo vedrà protagonista nei teatri italiani ed europei: i riflettori si accendono a Legnano, in provincia di Milano, il 25 ottobre.

di Samantha Colombo | 22 ottobre 2014

Sono le note di Questa sporca vita a inaugurare il suo primo disco, esattamente 40 anni fa: oggi, Paolo Conte torna in scena con un album inedito e prepara i bagagli per il tour che, dall’autunno alla prossima primavera, vedrà la sua musica protagonista anche oltre confine.

Oggi, le quindici tracce di Snob sono l’occasione per tornare ad ascoltare le storie evocate dal cantautore di Asti nel corso di quattro decenni. Il tutto senza dimenticare come, nonostante l’esordio ufficiale alla metà degli anni ’70, Conte abbia già respirato e plasmato musica nel corso della sua giovinezza: basta ricordare il Paul Conte Quartet per capire come su di lui il jazz abbia esercitato una particolare alchimia, tanto da trasformare la libertà espressiva in uno dei punti cardine di tutta la sua creatività. Una libertà sulla quale si innestano la raffinatezza da chansonnier francese e uno sguardo lucido e senza filtri sul presente, erudito e allo stesso tempo drammaticamente carico di umanità.
Sono poi la nobiltà della sua voce roca e profonda, insieme alla delicatezza dei tocchi al pianoforte e alla fluidità della costruzione melodica a rendere unico lo stile di Paolo Conte che nel 1979, solo tre anni dopo essere salito per la prima volta sul palco dell’Ariston, pubblica uno dei dischi fondamentali della discografia italiana con Un Gelato al Limon. Da qui le pietre miliari si susseguono, da una  Paris milonga nella quale spicca l’inossidabile Via con me all’esperimento, inconsueto per la produzione italica, del doppio disco Aguapano, dalle sperimentazioni musicali di Parole d’amore scritte a macchina alla maestosità orchestrale di Novecento.
Affascinato dal teatro, dal cinema e dalla scrittura (cinque anni fa pubblica il libro Prima la musica, scritto con Manuela Furnari), Conte concepisce anche l’operetta multimediale Razmataz, materia artistica in continua costruzione e mutamento.

E, così come il tema del viaggio è uno dei più presenti nelle canzoni di Paolo Conte, il cantautore stesso non conosce confini e riscuote successo non solo nel Vecchio Continente, ma anche oltreoceano. L’imminente tour, che inizia sabato 25 ottobre al Teatro Galleria di Legnano, in provincia di Milano, rispecchia ancora la vocazione cosmopolita di un artista senza eguali, dalla potenza espressiva talmente radicata da non conoscere confini di idioma o di genere.

 

Le date dei concerti di Paolo Conte in Italia ed Europa:

25 ottobre: Teatro Galleria, Legnano (Milano)
30-31 ottobre: Teatro Europauditorium, Bologna
9 novembre: Philharmonie im Gasteig, Monaco di Baviera (Germania)
11 novembre: L’Auditori, Barcellona (Spagna)
20 novembre: Teatro Regio, Parma
27-28-29 novembre: Sala Verdi del Conservatorio, Milano
4-5-6 dicembre: Teatro Sistina, Roma
26-27 gennaio 2015: Le Grand Rex, Parigi (Francia)
27-28 febbraio: Koninklijk Theater Carré, Amsterdam (Paesi Bassi)
14 marzo: Alte Oper, Francoforte (Germania)
16 marzo: Konzerthaus, Vienna (Austria)
30 marzo: Teatro Carlo Felice, Genova

 

Per eventuali aggiornamenti su date e location, è possibile consultare la Pagina Facebook ufficiale dell’artista.

 

Commenti

commenti

Be first to comment