Due giorni per l’autunno

Parco Marsino, Due giorni per l'autunno

17, 18 e 19 ottobre. Ecco le date da segnare per non perdere l’edizione autunnale della più importante manifestazione floro-vivaistica nazionale per giardini e terrazzi organizzata dal FAI. Appuntamento al Castello di Masino (Torino).

di Silvia Nigrotti | 14 ottobre 2014

Due giorni per l’autunno. Torna la decima edizione della mostra-mercato di fiori e piante insolite, attrezzi e arredi per giardino, organizzata dal FAI sotto l’accurata regia dell’architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino.

Anche quest’anno esperti e semplici appassionati di giardinaggio avranno la possibilità di incontrare nella favolosa cornice del Castello di Masino, a Caravino (Torino), oltre 150 vivaisti italiani e stranieri, che presenteranno le loro celebri collezioni e numerose novità. Come piante aromatiche e officinali, piante da frutta e da orto, bulbi, tuberi e rizomi a fioritura primaverile. E ancora, piante a fioritura autunnale con bacche ornamentali, sementi rare, rose a fioritura invernale e rose cinesi. Assolutamente da non perdere l’esposizione di zucche ornamentali, visto anche l’approssimarsi della notte di Halloween, e le particolari collezioni di piante per giardini ombrosi, lavanda e iris. In mostra anche piante di bambù e strutture in bambù per giardini e terrazzi, attrezzature per la cura del giardino, ceste e vasi decorati, opere artistiche realizzate con fiori secchi. Tanti gli incontri, le presentazioni delle più interessanti pubblicazioni dell’editoria specializzata e i laboratori per i più piccoli. Sabato e domenica, infatti, saranno dedicate al divertimento dei bambini, che potranno partecipare ailaboratori ludico-didattici “Con le mani nella terra i piccoli giardinieri crescono”, tenuti dall’esperta Nadia Nicoletti.

Una festa per gli occhi, questi Due giorni per l’autunno, ma anche per il palato, perché come ogni anno sarà possibile acquistare prodotti tipici dell’orto e del frutteto di stagione, veri e propri “presidi Slow Food”, per via dell’eccezionale qualità e perché rispondenti a criteri di stagionalità, tipicità territoriale e filiera corta.  Perfettamente in linea con la riflessione che dà il tema alla sezione speciale di EXPO 2015 “Nutrire il pianeta” dedicata a tutti i luoghi legati alla produzione alimentare, Expo 2015 è a fianco del Fai nella campagna I Luoghi del Cuore: qui tutte le info. Votando beni paesaggistici quali uliveti, castagneti, limonaie, ma anche mulini, cascine, caseifici storici, malghe… si concorre a ottenere un intervento diretto da parte del FAI e di Intesa Sanpaolo per un progetto di salvaguardia di questi luoghi dotati di un’eccezionalità e di una storia da tutelare. Proprio come le sorprendenti collezioni naturali in mostra a Caravino.

 

Due giorni per l’autunno
venerdì 17 ottobre: 14.00 – 18.00
sabato 18 e domenica 19 ottobre: 9.30 – 18.00
Castello di Masino, Caravino (To)

 

In apertura: immagine del Castello di Masino, a Caravino (To).

Commenti

commenti

Be first to comment