Artissima 2014

Artissima 2014

Molto più di una fiera internazionale dell’arte: quest’anno Artissima, con le sue 194 gallerie provenienti da tutto il mondo, si presenta sempre più come un osservatorio sulla ricerca nel campo delle arti visive e, allo stesso tempo, un evento culturale da non perdere.

di Redazione web | 3 novembre 2014

Appassionati d’arte, addetti ai lavori, studenti e semplici curiosi: il pubblico di Artissima è sempre più trasversale, segno di un successo crescente che nel corso degli anni ha trasformato la fiera in un evento culturale da non perdere. Anche quest’anno, giunta ormai alla sua ventunesima edizione, Artissima prosegue il suo innovativo dialogo con il pubblico, con un occhio ancora di più, se possibile, puntato sulla città di Torino, fonte inesauribile di ispirazione.

Da venerdì 7 a domenica 9 novembre si terrà l’edizione 2014 di Artissima, Internazionale d’Arte Contemporanea, per la terza volta sotto la direzione artistica di Sarah Cosulich Canarutto.
Saranno 6 le sezioni che animeranno Artissima 2014: all’Oval Lingotto Fiere di Torino si attendono 194 gallerie (137 straniere e 57 italiane), selezionate con l’intento di portare a Torino, accanto alle gallerie più affermate, anche le voci emergenti della scena contemporanea, per trasformare sempre più Artissima nell’evento italiano e internazionale di riferimento che consenta al grande pubblico di conoscere i nuovi protagonisti del panorama artistico mondiale.

Il Comitato di Selezione di quest’anno ha individuato le opere più importanti degli artisti di maggiore interesse della scena attuale, opere che troveranno spazio nelle 3 sezioni del programma ufficiale:
Main Section: con le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale, 124 gallerie provenienti da 27 paesi.
New Entries: sezione dedicata alle gallerie più giovani (meno di 5 anni di attività) presenti per la prima volta ad Artissima. Una giuria internazionale assegnerà durante la fiera il premio Guido Carbone alla galleria ritenuta più meritevole per il lavoro di ricerca e promozione di giovani artisti.
Art Editions: con edizioni, stampe e multipli di artisti contemporanei.

Alle tre principali aree si aggiungono altrettante sezioni che presenteranno monografiche di artisti selezionati e proposti da importanti direttori di musei:
Present Future: dedicata ai talenti emergenti invitati da un team di giovani curatori internazionali, con progetti monografici di 20 artisti.
Back to the Future: sezione che vuole presentare tutti i grandi innovatori del linguaggio dell’arte che nel recente passato non hanno ricevuto la giusta visibilità. Ci sarà spazio per mostre personali di livello museale con opere storiche di artisti degli anni ’60, ’70 e ’80.

Ma la grande novità dell’edizione 2014 è la nascita di Per4m, nuovissima sezione interamente dedicata alle performance e che imprime al carattere da sempre fortemente sperimentale della Fiera uno slancio ulteriore nel duplice segno della ricerca di nuovi percorsi, particolarmente innovativo per l’approccio con il quale la performance viene trattata in un contesto massificato come quello fieristico. Nei quattro giorni di Fiera saranno presentati lavori di 16 artisti, rappresentati da 16 gallerie (7 italiane, 9 straniere) provenienti da 8 paesi (Austria, Brasile, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Stati Uniti, Svizzera).

ONE TORINO

Sarah Cosulich ha invitato a curare l’edizione 2014 di One Torino, progetto collaterale lanciato l’anno scorso, un curatore-non-curatore sempre incline alla scoperta e all’avanguardia: Maurizio Cattelan che – affiancato da Myriam Ben Salah e Marta Papini – ha immaginato un’esposizione molto speciale nella sede storica e suggestiva di Palazzo Cavour, vero gioiello architettonico della città sabauda.
One Torino è un progetto espositivo annuale che ha un preciso obiettivo: valorizzare il ruolo di Torino come luogo di avanguardia nella produzione artistica, creando un tessuto fertile per la trasformazione di una città in un brand, così come Milano ha fatto e sta facendo per il design.
Il provocatorio titolo del progetto 2014 è SHIT AND DIE, che racconterà le suggestioni provenienti dalla storia di Torino e da quella dell’edificio in cui la mostra sarà ambientata: tra le stanze della dimora storica si svilupperà un racconto/visione tra vita e morte, tra passato e attualità. One Torino è visitabile fino all’11 gennaio.

 

Artissima
7-9 novembre 2014
Oval – Lingotto Fiere, Torino
ingresso da Via Nizza 294
Tutti i giorni
Ore 12.00 – 20.00

 

 

 

Commenti

commenti

Be first to comment