I segnatempo Trussardi

Tommaso Trussardi; Massimo Carraro

10 modelli maschili e 8 femminili, tutti Swiss Made: debutta così la prima linea di orologi Trussardi presentata in partnership con Morellato, un’evoluzione naturale delle collezioni accessori del marchio di moda italiano.

di Redazione web | 28 novembre 2014

È del giugno di quest’anno la notizia dell’accordo stretto tra Morellato, il primo gruppo della gioielleria e orologeria a capitale italiano e Trussardi, da più di 100 anni simbolo di eccellenza, eleganza e innovazione Made in Italy, per la produzione e la distribuzione su scala mondiale di orologi Trussardi a partire dall’autunno 2014.
E adesso ci siamo, il 26 novembre è stato celebrato il lancio della prima collezione di segnatempo Trussardi: 10 orologi maschili e 8 femminili, tutti Swiss Made, con vetro zaffiro antiriflesso, casse in acciaio incise a mano e resistenza all’acqua fino a 10 atmosfere. Know how italiano, storicità e dinamismo sono le basi su cui nasce la collaborazione tra il marchio del Levriero e Morellato Group. “Siglando questa partnership, Trussardi estende il suo concetto di eleganza senza tempo anche al settore dell’orologeria, mia grande passione” dichiara Tomaso Trussardi, Amministratore Delegato del Gruppo.
La linea completa di orologi per uomo e donna, dai tratti semplici e puliti, rivela l’anima stilistica di Gaia Trussardi, Direttore Creativo. I codici Trussardi vengono declinati attraverso la scelta di forme e materiali che creano una perfetta combinazione di eleganza senza tempo, raffinatezza e attenzione al dettaglio. In più la collaborazione tra i due gruppi prevede la creazione, entro fine 2014, di un modello di orologio dal movimento meccanico personalizzato Trussardi, grazie al contributo di uno dei più antichi atelier svizzeri dell’orologeria.
Gli orologi sono già disponibili in tutte le boutique Trussardi.

 

In apertura Tomaso Trussardi e Massimo Carraro. Di seguito Tomaso Trussardi, Gaia Trussardi, Massimo Carraro e i modelli della collezione di orologi.

 

Commenti

commenti

Be first to comment