Santeria Social Club

Uno spazio multifunzionale dove formazione, creazione e promozione della cultura si fondono: con il progetto “Santeria Social Club”, vincitore di un bando del Comune di Milano per la riqualificazione di un immobile in disuso, la città si prepara ad accogliere una nuova fucina creativa. Ne abbiamo parlato con Andrea Pontiroli, Project Manager di Santeria.

di Samantha Colombo | 4 novembre 2014

Mille metri quadri pronti ad accogliere idee creative e trasformarle in realtà: Santeria Social Club è il progetto vincitore del bando della città di Milano per la riqualificazione di un immobile comunale. Così, entro il prossimo autunno, gli spazi in disuso della ex concessionaria in viale Toscana 31 diventeranno una vera e propria fucina creativa, aperta ad artisti, fruitori e curiosi di ogni genere. In poche parole, grazie alla sinergia di diversi operatori culturali, alla continua ricerca di spazi per valorizzare la creatività, le idee avranno una nuova base proprio nell’anno di Expo 2015.

“Santeria è una factory di idee prima che un luogo fisico e uno spazio sempre in evoluzione”, racconta Andrea Pontiroli, coinvolto nel progetto sin dal primo giorno. Dalla sede di via Paladini, questi spazi sono diventati un punto d’incontro fondamentale nella scena cittadina e non solo: “All’inizio abbiamo proposto l’idea europea degli spazi multifunzionali in una città che ne aveva davvero esigenza. Quando abbiamo aperto, la più grossa novità era il co-working, a noi non bastava così abbiamo creato anche negozio, bar e mostre. Nulla di complicato, l’importante era dar vita a una situazione dove tutti questi elementi potessero convivere. Quando si è presentata l’occasione di partecipare a un bando per avere un luogo dove crescere, abbiamo costruito ad hoc una nuova proposta, uno spazio per idee già esistenti ed altri progetti non ancora definiti come il Print Club. A questo stiamo lavorando già da tempo, un posto all’avanguardia per grafica e comunicazione, ma anche un ambiente pragmatico: oltre a realizzare le opere, qui si potranno anche esporre e vendere al pubblico. Questo passaggio è un po’ ciò che manca in città, ma un’idea già presente in Europa e nel resto del mondo. Inoltre, i centri di creatività sono punti che anche i turisti sono interessati a scoprire”.

Oggi sono diversi gli aspetti che Santeria Social Club punta a valorizzare poggiando su fondamenta concrete, dalla formazione all’esecuzione artistica, senza trascurare la valorizzazione delle potenzialità legate agli universi di tipografia, stampa 3D e serigrafia. Un altro aspetto che non può mancare è quello delle esibizioni artistiche, legate alla musica, ma anche all’editoria, ad esempio con presentazioni di libri, e agli spettacoli teatrali, con la possibilità di allargare lo spazio alla collaborazione con altre associazioni. “Ci sono un sacco di realtà valide a Milano che magari in questo modo possono avere una loro vetrina internazionale”, sottolinea Andrea.
Il tutto ospitato in uno spazio dove nemmeno un centimetro è lasciato al caso. Una volta aperte le porte sui locali dell’immobile, ci si troverà su un’area centrale comune sulla quale si affacceranno una zona di co-working con wi-fi gratuito e caffetteria, oltre alle diverse aree creative, nelle quali antiche tradizioni e nuove tecnologie potranno fondersi in nome dell’originalità.
Nell’area dedicata alle esibizioni, la capacità sarà di circa 250 persone sedute (si parla di circa 600 in piedi), un posto simile è difficile da trovare in città e la programmazione non sarà fissa, ma organizzata in base alle proposte del periodo. “Puntiamo alla creazione di workshop, veri e propri corsi e alla possibilità di utilizzare un laboratorio ad ore con una membership card. In questo modo, le persone potranno prenotare gli spazi per la creazione di nuove stampe nel Print Club, per poi passare all’esposizione e alla vendita. Poi non ci sarà solo questo, sarà presente anche una zona bar, co-working, il teatro e molte iniziative”, conclude Andrea.

Del resto, se lo spirito di Santeria, oltre al suo aspetto più interessante, è da sempre la continua evoluzione, c’è da aspettarsi che il Social Club di viale Toscana porti nuova linfa vitale alla creatività e alla voglia di cultura di Milano… e non solo.

 

In apertura, il dehor di Santeria (www.santeriamilano.it).

 

Santeria Social Club

Il progetto Santeria Social Club

 

Commenti

commenti

Leave a Reply