Boldini e le altre

Boldini, cappellino nuovo (Lina Cavalieri), 1900 circa, olio su tavola, collezione privata

C’è ancora poco meno di un mese per vedere la mostra di Boldini in corso alla GAM Manzoni di Milano: 40 capolavori che raccontano la Belle Epoque e le sue dame seducenti, ma tante sono le mostre aperte con orari speciali durante le feste, da Chagall a Van Gogh, a Giacometti.

di Marilena Roncarà | 23 dicembre 2014

È in corso fino al 18 gennaio 2014 alla Galleria d’Arte Moderna Manzoni, la mostra Boldini – Parisien d’Italie, con cui la città di Milano, 25 anni dopo l’ultima esposizione a lui dedicata, rende nuovamente omaggio al pittore di origini ferraresi che forse più di ogni altro ha saputo fissare su tela con pennellate veloci e scattanti, l’evoluzione del mondo tra Otto e Novecento.

Sono 40 dipinti, alcuni mai esposti in pubblico, perlopiù eseguiti tra il 1871 e il 1920, “il periodo della sua piena maturità creativa e stilistica”, come spiegano i due curatori Enzo Savoia e Francesco Luigi Maspes, opere di grandi dimensioni che descrivono un mondo che si stava ancora godendo gioiosamente la vita e il lusso senza troppi pensieri, perlopiù ignaro della catastrofe che sarebbe arrivata da lì a poco. Si va dalle vedute di Parigi o Venezia, ai noti ritratti di dame dove non è possibile non indugiare sulle mani, piuttosto che sugli sguardi intimi al tempo stesso maliziosi di visi dagli incarnati perfetti e dai tratti vivaci come quello dell’attrice francese Jane Renouardt o dell’italiana Lina Cavalieri, fino ad arrivare al nudo volutamente non finito del Sorriso Radioso, di Madame de Joss, ultra moderno nel suo lasciare spazio all’immaginazione o ancora a Le Viole del pensiero, che porta con sè un’intuizione anticipatrice di quel movimento Futurista che nascerà da lì a poco.
Chiusa a Natale, a Santo Stefano e il 1 gennaio, la mostra sarà eccezionalmente aperta martedì 6 gennaio.

Ritratto dell'attrice Jeanne Renoirdat-Renouardt, 1910 circa, olio su tavola, collezione privata

Ma tante sono le mostre aperte durante le festività: dalla retrospettiva di Palazzo Reale dedicata a Marc Chagall L’uomo e la Terra di Van Gogh, sempre a Palazzo Reale, o ancora Alberto Giacometti alla Galleria d’Arte Moderna, fino alla mostra Food. La scienza dai semi al piatto, al Museo di Storia Naturale. Tutti gli allestimenti segnalati sono visitabili la mattina della vigilia di Natale, il 25 dicembre al pomeriggio, il 26 tutto il giorno e ancora il 1 gennaio, per cominciare bene l’anno, a partire dalle 14:30 e fino alle 22:30, o in alternativa lunedì 5 e martedì 6 gennaio, giornata dell’Epifania, tutto il giorno.

 

BOLDINI. Parisien d’Italie

GAMManzoni
via Manzoni 45, Milano
24 ottobre 2014 – 18 gennaio 2015

In apertura: Boldini, cappellino nuovo (Lina Cavalieri), 1900 circa, olio su tavola, collezione privata. Di seguito Ritratto dell’attrice Jeanne Renouardt, 1910 circa, olio su tavola, collezione privata.

 

Commenti

commenti

Be first to comment