Le sorgenti del benessere

Bagni di Bormio

Circondate da splendide vette innevate, immerse nella natura, oppure inserite in vecchi monasteri, le terme sono il luogo ideale per concedersi un momento di relax e possono essere la meta perfetta per un weekend all’insegna del benessere e della natura.

di Antonella Armigero | 3 dicembre 2014

Il nostro paese è ricco di stabilimenti termali, il culto delle acque benefiche e di questi rituali rilassanti ci è stato tramandato dagli Etruschi e dai Romani veri cultori di queste pratiche. Oggi è possibile scoprire queste spa in angoli meravigliosi della nostra Penisola, veri gioielli di bellezza e di salute, dove riscoprire i benefici effetti dell’acqua e recuperare l’armonia tra corpo e mente. Ecco le nostre proposte di viaggio alla scoperta della spa naturali, un’idea per il ponte dell’Immacolata o le prossime feste natalizie.

 

Wellness Resort Quellenhof

Wellness Resort Quellenhof – Merano

Incorniciato dalle vette innevate delle Alpi della Ötztal, dalle Alpi della Valle di Stubai e dalle Alpi Sarentine, in Val Passiria vicino a Merano incontriamo le splendide vasche termali del Quellenhof Spa, un vero tempio di benessere. Grazie alla piscina scoperta con acqua calda 34 gradi e al lago biologico balneare potrete ammirare lo splendido panorama che circonda le vasche e rilassarvi dopo un’arrampicata o una passeggiata tra le bellezze alpine dell’Alto Adige, mercatini compresi.

 

Dolomiti resort

Dolomiti Wellness Hotel – Val Badia

Ci spostiamo nelle Dolomiti in Val Badia, precisamente a San Cassiano a poca strada dalle bellissimi piste di Cortina d’Ampezzo. Qui potrete dedicarvi agli sport alpini, allo sci, le arrampicate, la mountain bike e divertirvi tutto l’anno sulle piste da sci di fondo. Dopo tutte queste attività perché non recuperare le forze nelle  vasche panoramiche immerse nella natura? Una delle più belle si trova presso Dolomiti Wellness Hotel Fanes, che propone percorsi benessere per tutta la famiglia e vanta una piscina termale con vista mozzafiato sulle vette. Anche qui potrete concedervi un bagno caldo nell’idromassaggio con acqua salina o una rigenerante sauna alpina in giardino, il profumo di resina e pino vi inebrieranno. Ad aspettarvi dopo il vostro percorso benessere le ricette semplici e genuine della cucina ladina, i canederli, le tutres frittelle di spinaci e il gulasch, piatti saporiti della tradizione altoatesina.

 

Bormio Bagni Nuovi

Bagni Nuovi – Bormio

Sempre in montagna ma questa volta in Valtellina, nel Parco Nazionale dello Stelvio si trova Bormio, nota sia per lo sci alpinismo sia per le sue terme. I bagni nuovi e vecchi permettono di vivere un’esperienza senza precedenti, un tuffo nelle tradizioni vecchie di oltre duemila anni grazie ai Bagni Romani e alle grotte secolari, con le sorgenti benefiche a picco sulla conca di Bormio a pochi passi da St Moritz. Dalle vasche panoramiche esterne sembra quasi di toccare le vette e i Bagni Arciduchessa fanno ritrovare le atmosfere della casa reale d’Austria e Ungheria. Tutto il complesso, staccato dai Bagni Vecchi risale al 1825 ed è stato completamente ristrutturato, per dare a tutti la possibilità di beneficiare delle proprietà delle acque note sin dai tempi dell’Imperatore Teodato per favorire la rigenerazione cellulare.

 

Val di Luce Resort

Val di Luce Resort

Circondata dalle montagne più famose dell’Appennino tosco emiliano, nel comprensorio sciistico dell’Abetone, la Val di Luce offre non solo 21 impianti di risalita con circa 60 km di piste da sci ma anche boschi, laghi e sentieri tra cielo e terra, dove cimentasi tra snowboard, trekking e passeggiate. Qui presso il Val di Luce Resort potrete apprezzare appieno queste atmosfere magiche in una spa esclusiva, fiore all’occhiello la Piscina dei Cristalli, una piramide trasparente che racchiude una vasca emozionale riscaldata con una vista mozzafiato sulle montagne innevate.

 

Cascate del mulino

Cascate del mulino – Saturnia

Ci spostiamo in Toscana, precisamente a Saturnia nella maremma grossetana per immergerci nelle acque del parco termale utilizzato sia dagli Etruschi sia dai Romani, il cui nome deriva da Saturno. Si narra che il complesso sia nato da un litigio tra divinità e da un fulmine scagliato da Giove per punire un rivale.
Qui le vasche di acqua sulfurea hanno creato nei secoli dei gradoni dal colore bianco, un vero spettacolo per i visitatori.
Il parco termale della cascata del Gorello, detta anche vecchio mulino è un meraviglioso esempio di spa naturale a cui si può accedere liberamente in tutte le stagioni dell’anno anche di notte. Suggestivo il panorama tra i canneti e i prati circostanti, che ne fanno la meta ideale per trattamenti di benessere non solo d’estate ma anche d’inverno grazie alla temperatura delle acque, che sgorga dall’antica sorgente a 37 gradi con cascate e ruscelli. I benefici di queste acque, da molti considerate miracolose per la pelle, si possono apprezzare anche nei numerosi resort termali della zona.

 

Nun Spa Museum

Nun Spa Museum – Assisi

Ci spostiamo in Umbria per raccontarvi di questa spa davvero esclusiva e ricca di storia, circondata dalle splendide colline umbre ad Assisi, la città natale di San Francesco. Sorge infatti nell’antico monastero di Santa Cristina il Nun Assisi Relais Spa Museum. Le sale completamente ristrutturate, hanno mantenuto gli stucchi e gli affreschi alle pareti, punto di forza della struttura le vasche termali sotterranee dove è possibile ammirare sei maestosi pilastri in calcare del I secolo d.C., lasciandosi cullare dalle acque calde e dai percorsi benessere rilassanti. Una visita alla città antica, le basiliche e i monasteri di questa parte dell’Umbria è imprescindibile, così come un tuffo nella tradizione enogastronomica locale, frutto di saperi millenari e sapori genuini.

 

Sorgenti termali Gadir

Sorgenti termali Gadir

Non potevamo non includere il sud d’Italia, altrettanto ricco di stabilimenti termali e spa naturali di grande fascino, tra queste le sorgenti termali Gadir a Pantelleria, il cui nome significa luogo protetto. I Fenici furono i primi a scoprire e apprezzare le proprietà benefiche di queste acque e a realizzare delle piccole vasche scavate nella roccia; le sorgenti di origine vulcanica seguono il percorso che dall’alto scende verso il mare a una temperatura che può raggiungere anche i 50 gradi. A poca distanza troviamo anche ll Bagno dell’Acqua, chiamato Specchio di Venere, un bacino lacustre a nord dell’isola creatosi da una depressione di origine calderica. Le sorgenti che alimentano il lago hanno una temperatura tra i 40 e i 50 gradi, oltre ai bagni sono da provare anche gli impacchi di fango terapeutici per la pelle ricchi di alghe e zolfo.

 

Terme Casteldoria

Terme Casteldoria

Chiudiamo con un’altra spa naturale, questa volta in Sardegna, precisamente in Gallura, dove troviamo le terme di Castel Doria, che prendono il nome del castello dei Doria a poca distanza. Immerse in un paesaggio naturalistico incontaminato, queste acque hanno proprietà antisettiche e antinfiammatorie, molti approfittano dei fanghi curativi per prendersi cura della propria pelle e ammirare il panorama tra le verdeggianti colline e i boschetti. Le sorgenti termali sono dislocate lungo una frattura della roccia vulcanica, qui sgorgano fino al livello del fiume Coghinas, acque salsobromoiodiche che raggiungono i 70 gradi.

Immagine d’apertura Bagni Vecchi di Bormio

Commenti

commenti

Be first to comment