Urban bike bar

LookMumNoHands Londra

A metà tra officina e bistrot, i bike caffè sono il rifugio ideale per i ciclisti metropolitani e per tutti gli amanti delle due ruote. È una moda che viene dal Nord Europa, ma che ha conquistato anche il nostro Paese: da Milano a Parma, ecco gli indirizzi dove andare, senza mai scendere dalla sella.

di Antonella Armigero | 29 gennaio 2015

L’attenzione per uno stile di vita più sostenibile, la sfida della mobilità dolce, unita alla voglia di potersi riprendere i propri spazi e i giusti ritmi in città, tutto questo sta alla base della ritrovata passione per la bicicletta che detto fra noi, c’è sempre stata, ma che adesso si sta diffondendo sempre di più, conquistando gli scettici, i pigri e quelli che prima non riuscivano proprio a rinunciare alla macchina.

Così mentre la città cerca di adattarsi e cambiare per diventare a misura dei ciclisti, potevano i locali e i caffè non fare altrimenti? Da qui la comparsa dei bike bar, luoghi originali, che spesso sorgono in garage o spazi dismessi, capaci di offrire insieme  un’ottima cucina, con piatti genuini, proponendo nel contempo meccanici esperti per riparazioni veloci. Luoghi dove gonfiare una ruota o semplicemente posti in cui rifugiarsi per bere un caffè, incontrare amici o perché no lavorare e ascoltare un concerto.
Il multi tasking va di moda non solo nella vita ma anche nei locali di settore che si rivolgono a un pubblico specifico, in questo caso i ciclisti, senza però escludere nessuno.

Il primo, il padre di tutti i bar bike friendly è il berlinese Keirin cycle culture café, fondato nel 2004 da appassionati delle 2 ruote e dell’espresso rigorosamente italiano. Oltre a essere un ritrovo per veri bikers o aspiranti tali, il locale è anche un museo dove ammirare bici d’epoca, manifesti e cimeli oltre a uno shop che vende tutto l’occorrente per “pimpare” il proprio bolide.
Da Berlino i locali dedicati ai ciclisti si sono moltiplicati in tutta Europa e a Londra troviamo l’imperdibile LookMumNoHands (letteralmente: “Mamma guarda senza mani”) che è una delle prime frasi che diciamo una volta presa un po’ di dimestichezza con la bici. In questo garage trasformato in locale trendy potrete dare un’aggiustatina alla bici, partecipare a workshop sul tema, ma soprattutto bere ottime birre accompagnate da cibi bio e torte fenomenali, come la super gettonata Guinness cake.

Upcycle Milano

Upcycle Milano

S’ispira proprio al locale di Londra Upcycle, uno dei primi urban bike cafe in Italia, che si trova a Milano in via A.M. Ampère, 59. La missione è davvero chiara, promuovere uno stile di vita cittadino ma sostenibile, più rilassato ma soprattutto umano, riappropriandosi non solo del tempo ma anche degli spazi. Upcycle significa proprio recuperare qualcosa in disuso e valorizzarlo e così hanno fatto i fondatori in questa rimessa, diventata un locale accogliente dove provare un brunch dai sapori svedesi (ai fornelli la mitica Connie Vulcano, la Big Mama di Ostello Bello) o ascoltare musicisti emergenti, oltre ovviamente a prendersi cura della propria bici. Completano il servizio grandi tavolate in legno dove condividere idee e chiacchiere con amici o sconosciuti e il wifi free che ha trasformato lo spazio  in coworking.
Ma Milano vanta tanti locali di questo tipo ognuno con un’identità precisa, a partire dalla Cascina Cuccagna, dove il sabato tra un pranzo e una merenda, e magari mentre i più piccoli si dilettano con l’orto, si può imparare a riparare la bici sotto la guida degli esperti della Ciclofficina Cuccagna, che spesso organizza anche aste e vendita di bici usate o recuperate.

Bianchi cafè & Cycles

Bianchi cafè & Cycles Milano

Impossibile non citare l’ultimo nato il Bianchi cafè & Cycles in via Cavallotti, a pochi passi dal Duomo. È il primo locale meneghino della casa ciclistica Bianchi, che ha già aperto altri bar in Svezia e in Giappone. I colori predominanti sono il bianco e azzurro tipici del marchio, l’arredamento è minimal ma ricercato. Qui oltre a fare colazione o un aperitivo si può visitare il museo al primo piano dove sono esposte biciclette d’epoca, o acquistare una nuova bici insieme al merchandising griffato Bianchi.

 

Ladri biciclette Roma

Ladri biciclette Roma

Ci spostiamo quindi a Roma, da Ladri di Biciclette, un’osteria e bike boutique che propone un menù per il cibo, uno per il vino e uno per le bici, quelle a marchio Romeo, fabbrica artigianale di telai fondata nel 1920 da Alberto di Rocco, un pezzo della storia del ciclismo. Qui potrete ammirare questi gioiellini che sono sparsi ovunque persino appesi alle pareti o sul soffitto, e magari proprio mentre gustate un’ottima pasta cacio e pepe oppure un’altra specialità del menù, vi capiterà di decidere di acquistarne una tutta per voi.

 

Pʌɪ Bikery  Torino

Pʌɪ Bikery Torino

Il nome è l’unione della traduzione fonetica della parola pie (torta) e bikery, da backery e bike (bici), più immediato da cogliere che spiegare. Questo locale per ciclisti a Torino, sito in via Cagliari 18 permette di fare un check up completo alla bici da corsa, single speed o a scatto fisso mentre ci si concede una pausa caffè o un ottimo piatto del menù, scegliendo tra le ricette tradizionali o le contaminazioni internazionali. Il locale è una ciclofficina con accanto una caffetteria che nel weekend organizza brunch e incontri di lettura grazie alla piccola libreria ciclistica. Oltre ai gadget firmati Pʌɪ Bikery, il negozio raccoglie una selezione della migliore componentistica per bici nuove usate e vintage. Ah dimenticavamo il motto che non poteva non essere: fast bikes & slow food.

 

BikeCafe Pinerolo

BikeCafe Pinerolo

Rimanendo in zona vi segnaliamo BikeCafè in Corso Torino, a Pinerolo, il locale è spazioso e a portata di bici, che sono ovunque, appese alle pareti, parcheggiate o esposte alla vendita tra sedie colorate, piste segnate per terra, e un bancone che distribuisce pezzi di ricambio per la vostra 2 ruote e gustosi piatti dalla colazione al dopo cena. Il negozio si occupa delle vendita non solo di bici da corsa ma anche di fatbike, che sono la tendenza del momento, l’evoluzione delle mbt con pneumatici molto larghi che le rendono adatte ai fuori strada e alla neve.

 

La bicicletta Modena

La bicicletta Modena

Poteva la Romagna non vantare locali dedicati alla bici? La bicicletta è un gradevolissimo bistrot in pieno centro di Modena, che propone una selezione di salumi del territorio, piatti della tradizione e un ottimo caffè. Mattoni a vista, sellini vintage, libri e biografie di ciclisti che hanno fatto la storia, ma soprattutto una cucina da provare. E se le calorie sono tante, niente paura, basta inforcare la bici, oppure chiedere in prestito una di quelle esposte e pedalare un po’.

 

Bike Cafe Shop Collecchio

Bike Cafe Shop Collecchio

Bicicletta e caffè, il modo migliore per iniziare la giornata, questo è lo spirito di Bikecafeshop, il negozio di bici a Collecchio in provincia di Parma che insieme all’attività di vendita e assistenza biciclette, offre ai ciclisti un punto di ristoro, magari per una colazione veloce o per un incontro con il proprio gruppo di appassionati grazie alla sala riunioni e alla connessione wifi. Qui l’unica sostanza dopante è il caffè, quello buono, al massimo macchiato.

 

Foto d’apertura LookMumNoHands – Londra 

 

Indirizzi

Upcycle
Via A.M. Ampère, 59 Milano

Bianchi cafè & Cycles
Via Cavallotti, 8 Milano

Ladri di Biciclette
Via Boncompagni, 83 Roma

Pʌɪ Bikery
via Cagliari 18 Torino

Bikecafeshop
Corso Torino 180, Pinerolo (TO)

La bicicletta
Via Sant’Eufemia, 26 Modena

Bikecafeshop
Via G. Saragat, 13a Collecchio (PR)

 

Commenti

commenti

Be first to comment