Milano val bene una visita

Milano Navigli

Dall’Expo alle mostre: sono tantissimi i motivi per passare da Milano nel 2015 e non a caso la città è in cima alle top ten dei posti da visitare per quest’anno. Ma cosa fare una volta arrivati? Ecco qualche consiglio tra locali, ristoranti e itinerari d’arte.

della Redazione di Club Milano | 20 gennaio 2014

Milano è una città dai mille volti che sa valorizzare le bellezze artistiche presenti sul territorio e allo stesso tempo sa creare atmosfere contemporanee per tutti i gusti. Attualmente dire “Milano” significa dire “Expo 2015” e dato che per l’evento sono attesi circa 20 milioni di visitatori da tutto il mondo il rimando è giustificato. La guida Lonely Planet l’ha addirittura inserita fra le 10 città da visitare nel 2015, approfittando proprio della coincidenza con l’Esposizione universale e, visto che molti alberghi hanno già registrato il tutto esaurito nel periodo che intercorre fra il primo maggio e il 31 ottobre, sembra che in molti stiano seguendo questo consiglio. All’edizione “Nutrire il pianeta, energia per la vita” non vuole mancare proprio nessuno.

L’argomento cardine di Expo 2015 è dunque quello dell’alimentazione, che verrà trattato sotto molteplici punti di vista. Il cibo domina le nostre vite e ricopre una funzione importante nella quotidianità occidentale perché ormai si è slegato dal fattore nutrimento e si è unito a quello del piacere. Milano lo sa bene ed è per questo che i locali disseminati per la città provano a offrire servizi speciali, nonostante imprevisti e delusioni siano sempre in agguato. Per questo motivo è bene sapere come muoversi all’interno della metropoli gastronomica seguendo guide tematiche fidate che hanno il compito di indirizzare chi interessato nei luoghi migliori.

Momondo, operatore leader nella ricerca di viaggi e hotel low cost, consiglia 5 locali per qualità e prezzo dove fare l’aperitivo milanese. I piatti sono caldi o freddi, i cocktails variegati e lo stile particolare, ognuno adatto a un determinato gusto.

Milano

 

Lo stesso discorso vale per i ristoranti: l’offerta gastronomica della capitale della moda e della finanza è vasta e le raccomandazioni culinarie dei blogger milanesi aiutano a scoprire perle nascoste ed evitare delusioni. C’è modo di accontentare gli occhi e il palato scegliendo un eccentrico ristorante in cui convivono arredi di epoche diverse, oppure un locale che ha dato i natali a una latteria, la cucina biologica, ricette tipiche milanesi, sarde o portoghesi servite in un’atmosfera retrò.

Una volta sazi non resta che andare alla scoperta della Milano artistica che, fra l’architettura, i musei permanenti e le mostre temporanee è in grado di accontentare qualsiasi visitatore. Ci sono le strutture universalmente note come il Duomo di Milano, la Pinacoteca di Brera e il Castello Sforzesco, oppure c’è un filo rosso leonardesco da seguire che conduce da “L’ultima cena”, conservata nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie, fino al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia in cui è possibile osservare i modelli delle macchine leonardesche.

Dalle mostre, poi, è sempre possibile aspettarsi il meglio. Palazzo Reale offre più di 220 opere di Chagall, in mostra fino al primo febbraio, e un’esposizione di opere di Van Gogh fino all’8 marzo. In concomitanza con l’Expo sarà in mostra Leonardo, dal 15 aprile al 19 luglio, a cui seguirà Giotto dal 2 settembre fino ad anno nuovo. Milano ha il potere di accontentare tutti e, nel caso un turista non apprezzasse questo tipo di arte, potrebbe sempre rivolgere il proprio tempo verso la più contemporanea e fantasy mostra “La magia dell’anello da Tolkien a Jackson”, un vero e proprio viaggio nella Terra di Mezzo presente dal 24 gennaio al 22 marzo presso il Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata.

Commenti

commenti

Be first to comment