Charlie Hebdo in mostra

mostra Spazio Fumetto Charlie Hebdo

Dal 7 Febbraio al 15 Marzo WoW Spazio Fumetto ospita “Siamo tutti Charlie!”, una mostra dedicata alla libertà di stampa e d’espressione. A un mese dall’attentato a Charlie Hebdo, Milano rende omaggio al magazine satirico francese.

Angela Calabrese | 5 Febbraio 2015

“La stampa libera può, naturalmente, essere buona o cattiva, ma è certo che senza libertà non potrà essere altro che cattiva.” Albert Camus

Sabato 7 Febbraio, a un mese esatto dall’attentato alla redazione di Charlie Hebdo, Milano inaugura una mostra-omaggio, proprio nel tempio meneghino del fumetto: il direttore del Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata, Luigi Bona, ha voluto richiamare all’ordine i migliori vignettisti italiani e stranieri, per rendere omaggio ai colleghi uccisi, e il risultato sarà esposto nella mostra “Siamo tutti Charlie!”.

Alla chiamata alle matite, hanno risposto circa 150 autori italiani e più di 70 stranieri: con i loro attrezzi del mestiere, hanno voluto celebrare l’incontro tra libertà d’espressione e satira attraverso vignette e fumetti, realizzati  dalle matite più celebri, come Bruno Bozzetto, Leo Ortolani, Silver, Don Alemanno, Sio, Silvia Zinche e moltissimi altri.
Dai fatti accaduti il 7 Gennaio scorso, sono state tante le dimostrazioni di solidarietà per affermare l’importanza della libertà di stampa ed espressione; anche Topolino, giornalino per bambini, per l’uscita n. 3089 del 4 Febbraio aveva “ipotizzato ” una copertina con una creatività pro-Charlie Hebdo (non pubblicata), che vedeva i protagonisti del fumetto sorridenti con le matite alzate al cielo;  nell’uscita precedente era stata lasciata una pagina bianca a testimonianza del fatto che tutti, nel mondo del fumetto, fossero rimasti scossi da quanto successo.

Topolino copertina 3089

Tra disegni, foto, fumetti e vignette una sezione della mostra sarà dedicata anche alle opere e alle figure dei creativi uccisi a Parigi e alla storia della rivista fondata nel 1960 quando si chiamava Hara-Kiri, diventata poi Hara-Kiri Hebdo, fino ad arrivare a “Charlie Hebdo”, settimanale satirico dallo spirito caustico e irriverente.
Milano ha scelto, quindi, di sostenere così la libertà d’espressione e di stampa: esponendo gli stessi mezzi di comunicazione, che hanno reso famosi nel mondo della satira stampata, le vittime del magazine francese. Un atto fortemente sentito dal Museo del Fumetto, per le 5 matite affilate di Francia: George Wolinski, Charb, Cabu, Tignous, Honorè. La mostra, realizzata con il patrocinio del Consiglio di Zona 4 del Comune di Milano, sarà inaugurata presso WoW Spazio Fumetto di Viale Campania 12, sabato 7 Febbraio alle ore 16, e si concluderà il 15 Marzo. L’ingresso è gratuito.

 

Siamo Tutti Charlie
7 Febbraio – 15 Marzo 2015
WoW Spazio Fumetto
Viale Campania, 12
Ingresso gratuito

Foto in apertura: l’omaggio di Luca Boschi

Charlie Hebdo Locandina

Commenti

commenti

Be first to comment