Per riveder le stelle

M’illumino di Meno: la Festa del Risparmio Energetico promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar quest’anno celebra insieme alla comunità astronomica il 2015 come Anno della Luce, coinvolgendo tutti, anche la nostra astronauta Samantha Cristoforetti, in un esperimento semplice ma significativo.

di Antonella Armigero | 10 febbraio 2015

Siete pronti a spegnere le luci di casa, negozi e uffici? L’appuntamento è per venerdì 13 febbraio, dalle 18.00 alle 19.30. Torna infatti anche quest’anno – per l’undicesimo consecutivo – M’Illumino di Meno, una giornata dedicata al risparmio energetico e alle pratiche virtuose per contrastare gli effetti dell’inquinamento luminoso e lo spreco di risorse.
Quella di quest’anno sarà un’edizione speciale, infatti il 2015 è stato scelto dall’Unesco per celebrare la Luce a livello internazionale e M’illumino di Meno è il primo dei tanti eventi organizzati in questo senso. Partecipare è facile: basta spegnere elettrodomestici, spie luminose, led e rinunciare anche solo per un’ora all’energia elettrica, questo ovviamente per dare un contributo, allo stesso momento significativo e simbolico alla riduzione degli sprechi energetici e all’inquinamento luminoso, che ci ha condannato a non veder più le stelle.
E proprio le stelle sono al centro di un esperimento organizzato dalla comunità astronomica nazionale (INAF, SAIT, ASI) e internazionale (IAU) in collaborazione con la trasmissione radiofonica Caterpillar. Nei giorni che precedono l’evento, l’11 e il 12 febbraio, così come nella stessa giornata dell’evento, siamo tutti invitati a compiere un’osservazione astronomica nelle ore serali: basta collegarsi al sito dedicato per trovare le indicazioni su come localizzare l’Orsa Minore e le costellazioni anche da casa nostra, in città.
L’osservazione ripetuta durante la giornata di M’illumino di Meno dovrebbe portarci a verificare non solo se siamo stati di parola, ma anche l’effetto concreto del nostro silenzio energetico.

Samantha Cristoforetti

Samantha Cristoforetti –  Stazione spaziale internazionale

L’esperimento M’illumino di Meno… per riveder le stelle ha un partecipante d’eccezione: il viaggiatore spaziale Samantha Cristoforetti che, tempo atmosferico permettendo, scatterà una foto dell’Italia dalla Stazione Spaziale Internazionale. Speriamo di non deludere la nostra Astro Samantha! Al progetto aderiscono le maggiori città e i comuni d’Italia che, da Torino con la Basilica di Superga e la Mole Antonelliana, a Bologna con le due Torri, a Verona con l’Arena, Castel Sant’Elmo a Napoli,  hanno scelto di spegnere i monumenti simbolo del nostro Paese.
Anche Milano celebra l’evento spegnendo le luci del Duomo e organizzando una performance live di light painting al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci. Gli studenti dell’Accademia di Brera insieme agli artisti di “The Lamplighter Project”, dipingeranno con le luci, coinvolgendo pubblico e passanti in ritratti inediti realizzati attraverso caleidoscopiche scie di luci a risparmio energetico, tutti i dettagli a questo link.
Ma il risparmio energetico è un impegno che la nostra città ha preso a cuore da tempo grazie alla sostituzione di oltre 140 mila punti luce con illuminazione Led, un vantaggio economico ed ecologico che ad agosto, quando tutti gli impianti verranno rinnovati, regalerà a Milano il titolo di prima città italiana totalmente illuminata in maniera sostenibile.

Inoltre per tutta la giornata BikeMi sarà gratuito, potete accedere all’abbonamento giornaliero con corse illimitate contattando il numero 02 48 607 607 oppure dal sito ATM.

 

M’illumino di Meno 2015
13 febbraio, per tutta la giornata e dalle 18.00 alle 19.30.
Per aderire all’esperimento a questo link.

Foto d’apertura: L’Italia vista dallo spazio – Fonte ESA

Commenti

commenti

Be first to comment