La magia dell’anello

Nazgul_ illustrato_da_Donato_Giancola

Fino al 22 marzo 2015 elfi, nani e hobbit tornano a vivere grazie a “La magia dell’Anello”, mostra sulla Terra di Mezzo ospitata presso WOW Spazio Fumetto, che celebra l’opera fantasy per eccellenza con una ricca esposizione di libri, illustrazioni e cimeli di ogni tipo, da J.R.R. Tolkien a Peter Jackson.

di Alessandro Cossu  | 12 febbraio 2015

Per alcuni è una vera e propria materia di studio, approdata ormai anche tra le alte cattedre del mondo accademico; per altri semplicemente una grande passione, un sentimento di appartenenza a qualcosa di “altro” e incontaminato che talvolta sconfina in sacra e incondizionata devozione. Quel che è certo è che, a distanza di 60 anni dalla pubblicazione de Il Signore degli Anelli, l’opera di J.R.R. Tolkien è ancora capace di affascinare e stupire come in origine, quando hobbit, nani ed elfi muovevano assieme i primi passi tra le distese incontaminate di Arda e Frodo Baggins non aveva ancora il volto etereo e fanciullesco dell’attore Elijah Wood.

Alla magia della Terra di Mezzo, dei suoi miti senza tempo e dei suoi eroi per noi così vicini e allo stesso così lontani, WOW Spazio Fumetto di Milano ha dedicato la mostra “La Magia dell’Anello”, che celebra la più influente tra le opere fantasy moderne conducendo il visitatore in un viaggio immaginario nel mondo fantastico creato dalla penna di Tolkien e recentemente reso immagine dalla macchina da presa di Peter Jackson.

Fino al 22 marzo sarà quindi possibile scoprire gli eventi e i grandi temi universali (l’eroismo, l’ecologia, la guerra, …) che stanno dietro alla storia dell’anello più famoso della letteratura mondiale, e ammirare gli innumerevoli oggetti, gadget e cimeli raccolti grazie alla collaborazione dei più importanti collezionisti ed esperti in materia tolkeniana, come la Società Tolkeniana Italiana, la DAMA Collection, il Museo del Manifesto Cinematografico Fermo Immagine e il Greisinger Museum, l’unico museo al mondo dedicato alla Terra di Mezzo. Non solo edizioni rare, illustrazioni e locandine, ma anche fotografie, dipinti, video, costumi, giochi da tavolo, parodie a fumetti, ricostruzioni con mattoncini LEGO, imponenti diorama e, per la prima volta in Italia, le tavole originali realizzate nel 1977 da Sua Maestà la Regina Margherita II di Danimarca per illustrare la prima edizione danese de “Il Signore degli Anelli”. Presente anche il testo di Le rive del Paese delle Fate, poesia scritta da Tolkien esattamente un secolo fa e considerata dall’autore il vero punto di partenza della sua imponente mitologia.

Ma “La magia dell’anello” non è una semplice esposizione di opere e oggetti rari: per tutta la durata della mostra sono infatti previsti laboratori, incontri con autori, illustratori ed esperti, corsi di lingua e di scrittura elfica, giornate ludiche e molti altri appuntamenti per appassionati e curiosi, a testimonianza di come l’opera tolkeniana, al di là delle innumerevoli e spesso contrastanti interpretazioni che ne sono state date nel corso dei decenni, sia entrata di diritto nell’immaginario fantastico di adulti e bambini di ogni età e latitudine. E nel cuore di chi, aprendo un libro, desidera una sola cosa soltanto: sospendere per un attimo la realtà e viaggiare lontano con la fantasia.

 

La Magia dell’Anello da Tolkien a Jackson
WOW Spazio Fumetto – viale Campania 12
da sabato 24 gennaio a domenica 22 marzo 2015
Per maggiori informazioni, visita www.museowow.it.

Foto in apertura: Nazgûl illustrato da Donato Giancola.

 

 

Foto della gallery di Alessandro Cossu.

Commenti

commenti

Be first to comment