#1 BOOK PRIDE

Book Pride

Dal 27 al 29 marzo ai Frigoriferi Milanesi vanno in scena i libri, grazie alla prima edizione della Fiera dedicata all’editoria indipendente. Tra gli ospiti Marc Augé, Giuseppe Genna e Luisa Muraro.

di Angela Calabrese | 16 Marzo 2015

Dal 27 al 29 marzo i libri tornano protagonisti ai Frigoriferi Milanesi con Book Pride, la prima fiera nazionale dedicata all’editoria indipendente. Oltre 80 le realtà coinvolte, da Fandango a Fazi, Indiana, Iperborea, Minimum Fax, Marcos y Marcos, Sellerio, Nottetempo e Voland (solo per citarne alcune), per una tre giorni che chiamerà a convegno editori, giornalisti, autori, lavoratori della conoscenza e artisti. Tema di questa edizione è la differenza, intesa come luogo di ricerca e sperimentazione linguistica e culturale, come via preferenziale contro l’omologazione. L’obiettivo è infatti proprio la salvaguardia della Bibliodiversità, la varietà di produzioni culturali, costretta a vivere (e a volte sopravvivere) in una condizione di perenne sottoesposizione.

Non a caso si è deciso di partire da Milano, il capoluogo della regione che registra oltre un terzo delle vendite editoriali nazionali, ma in cui mancava una fiera in materia. Fra gli ospiti della rassegna, che rientra nel programma Milano città del libro 2015, gli antropologi Marc Augé e Marco Aime, gli scrittori Giuseppe Genna, Wu Ming 1, Roberto Bui, Maria Pace Ottieri e la filosofa e scrittrice Luisa Muraro.

Tra i tanti eventi in programma negli oltre 100 spazi espositivi di via Piranesi 10, segnaliamo Comic difference: il peso dell’immagine (dalle 18:30 alle 20 di venerdì 27 marzo), un’occasione, dopo l’attentato nella redazione di Charlie Hebdo, per parlare della forza delle immagini con importanti personalità del mondo del fumetto come Laura Scarpa, Francesco Coniglio, Boris Battaglia, Filippo Scozzari. Nella giornata di sabato (dalle 11 alle 13) l’appuntamento è con Antropologia e differenze umane, con gli interventi di Marc Augé, Marco Aime e il geografo Franco Farinelli, mentre domenica 28 marzi alle 11 la filosofa Luisa Muraro tiene la lectio: La differenza sessuale c’èQui potete scoprire il programma completo.
Ogni evento sarà coperto da una piattaforma streaming online, per permettere di “essere presente” anche a chi non potrà esserlo di persona. A corredo di tutta la manifestazione principale si sviluppa Atelier Book Pride, una serie di incontri dedicati a chi lavora nella filiera del libro, ma anche a studenti e appassionati.

Un altro evento da segnalare è EnoBookPride, un’enoteca sempre aperta e autogestita da vignaioli indipendenti, a testimonianza di un modello di agricoltura etica e sostenibile, dove si potranno degustare vini di qualità e insieme assistere a performance artistiche realizzate in collaborazione con la Naba, Nuova Accademia delle belle arti.

Book pride è un’occasione per riflettere sul tema dell’indipendenza culturale e il suo futuro. Un modo per dimostrare che nonostante i grandi gruppi editoriali, anche i piccoli si sanno difendere con le proprie armi d’istruzione di massa indipendenti.

 

Book Pride
27-28-29 Marzo 2015
Frigoriferi Milanesi
Via Piranesi, 10
Ingresso gratuito

Book Pride

Commenti

commenti

Be first to comment