Torna Fa’ la cosa giusta

laboratori green Fa' la cosa giusta

Dai laboratori di food per tutte le età, agli artigiani digitali, fino alla moda etica e all’ecocosmesi, senza dimenticare l’autoproduzione e il welfare: tutto questo e tanto altro è Fa’ la cosa giusta che torna anche quest’anno a Fieramilanocity.

di Antonella Armigero | 3 marzo 2015

Giunta alla 12esima edizione torna dal 13 al 15 marzo nella tradizionale location di Fieramilanocity Fa’ la cosa Giusta, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Un appuntamento sempre molto sentito dai milanesi che l’anno scorso ha visto la partecipazione di 70 mila persone.

I visitatori ritroveranno i produttori locali e le botteghe artigiane dove acquistare prodotti sostenibili e a km zero e avranno la possibilità di partecipare a laboratori, workshop, assistere a presentazioni, spettacoli e perché no degustare uno dei piatti proposti dai ristoranti bio all’interno della fiera per un pranzo o una merenda. Come ogni edizione anche questa porterà una serie di novità e spunti preziosi per vivere ogni giorno in maniera più rispettosa del pianeta e degli altri.
Sono 13 le sezioni tematiche che guideranno i visitatori in questo viaggio tra novità, proposte e le realtà sostenibili che spazieranno dal Critical fashion, all’Abitare Green, fino alla Pace e partecipazione e l’economia carceraria, senza dimenticare il percorso sullo stile di vita Vegan e dell’alimentazione sana e naturale con Mangia come Parli.

Grande spazio verrà dedicato all’autoproduzione, una pratica sempre più diffusa. I partecipanti si cimenteranno nella creazione di detersivi e cosmetici naturali per tutta la famiglia, ma anche pasta madre e formaggio grazie a un incontro dedicato ai più piccoli.
La novità di quest’anno sarà Green Makers uno spazio ideato con la collaborazione di Yatta! dedicato all’auto produzione digitale e all’informatica che coinvolgerà il pubblico con progetti e idee per l’innovazione sostenibile anche con il supporto delle nuove tecnologie e stampanti 3D.

Imperdibile lo showcooking di cucina crudista, una tendenza alimentare che sta sempre più conquistando i milanesi anche grazie ai primi ristoranti aperti da poco in città. Pittori e food designer ci porteranno alla scoperta dei fiori commestibili e alla creazione di piatti belli come quadri buoni da mangiare.

Le parole d’ordine di questa edizione saranno ancora una volta “partecipazione e scambio di esperienze”, tra esperti, curiosi e cultori di pratiche sostenibili, solidali ed ecologiche. Da segnalare i laboratori che uniscono giardinaggio e riciclo come quello organizzato da Bici&Radici sull’antica tecnica giapponese dei Kokedama per la messa in dimora delle piante, o il workshop per realizzare un originale portavino da bici, utilizzando scarti industriali a km 0.

Fa' la cosa giusta - foto Alessia Gatta

Fa’ la cosa giusta – foto Alessia Gatta

L’attenzione alle guerre dimenticate, quelle del passato e quelle tristemente attuali sarà al centro dello spazio Volevamo la pace, dove giornalisti, esperti e Ong racconteranno i dolorosi buchi neri della nostra coscienza, nel tentativo di regalarci qualche spunto per meglio affrontali, nella speranza di un futuro migliore.

Elencare tutte le iniziative dell’edizione 2015 di Fa’ la cosa Giusta è impossibile, ma vi lasciamo con un’iniziativa fortemente legata a Milano: la Via dei teatri presenterà l’arcipelago dei luoghi teatrali che caratterizza la città e la periferia. Lo spazio organizzato dalla Compagnia Alma Rosè ospiterà 15 compagnie teatrali che offriranno incontri, dibattiti e pillole teatrali per tutti.
Per non perdervi neanche uno stand e un incontro vi consigliamo di scaricare la App ufficiale della fiera, e potrete consultare tutti gli appuntamenti e vedere le proposte dei padiglioni comodamente da smartphone e tablet.

Fa’ la cosa giusta
13 – 15 Marzo
Gate 8 Fieramilanocity
viale Scarampo (M1 Lotto Fiera)
Ingresso con catalogo, acquistabile all’entrata al prezzo di 7 euro (sconti e convenzioni sul sito)

Foto d’apertura di Alessia Gatta –  Laboratorio orti in cassetta 

 

 

Commenti

commenti

Be first to comment