Se c’è il FAI c’è primavera

Giornate Fai Primavera, Castello della Manta, Cuneo

Il 21 e 22 Marzo tornano in tutta Italia le giornate del FAI, la tradizionale manifestazione giunta alla 23sima edizione, che apre luoghi e tesori nascosti del nostro Belpaese. Ecco qualche spunto di viaggio da Milano a Messina, passando per Matera.

di Angela Calabrese | 18 marzo 2015

Col ritorno della bella stagione e con i primi caldi (si spera), anche l’Italia si mette in mostra e apre al grande pubblico alcuni dei suoi luoghi più belli, quei tesori nascosti non sempre così accessibili. L’occasione sono le giornate del Fai, che sabato 21 e domenica 22 Marzo aprono ben 780 siti sparsi per tutta Italia, vere e proprie perle di bellezza paesaggistica e architettonica tra chiese, giardini, musei, scavi archeologici, castelli, ville, borghi antichi e il tutto con l’ausilio di 25.000 giovani studenti Apprendisti Ciceroni, pronti a illustrare ai visitatori gli aspetti storico-artistici dei monumenti. Una grande festa dedicata ai beni culturali, in cui non mancheranno momenti di comunità con aperitivi, musica e degustazioni.

Da Nord a Sud sono tantissimi i luoghi aperti al pubblico: partiamo da Milano che apre al pubblico non solo una fra le istituzioni napoleoniche più antiche la Scuola Militare Teuliè fondata nel lontano 1802, ma anche la Fondazione Pirelli Bicocca degli Arcimboldi e HQ Pirelli (Auditorium Headquarter Pirelli) e ancora la Galleria degli Eroi, visitabile con la guida speciale degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Classico Parini. Se ci spostiamo in Piemonte, in provincia di Cuneo non bisogna lasciarsi sfuggire una visita al Castello di Manta, immerso in un meraviglioso scenario naturale.

Cattedrale di Matera

Cattedrale di Matera

Per chi invece si trovasse a passare in quel di Roma, invece, c’è l’occasione a dir poco rara di visitare i saloni di Palazzo Chigi, che in origine, e forse non tutti lo sanno, era solo un gruppo di casupole appartenenti a varie famiglie romane, in seguito abbattute e poi riedificate.
Scendendo ancora nell’italico stivale arriviamo a Matera, Capitale Europea della Cultura nel 2019, dove finalmente riapre la cattedrale cittadina, chiusa per restauro da ben quindici anni. E proseguendo ancora fino in Sicilia, a Messina nella suggestiva cornice dei Giardini di Naxos, ci si può deliziare con la vista del cortile del Castello di Schisò.

Tra le tante mete visitabili ci sono anche i Luoghi del Cuorequei siti votati durante l’ultima edizione del Censimento, che ha visto al primo posto Monterosso. Qui è di nuovo possibile godere della rinascita del Convento dei frati Cappuccini, che riapre a due anni esatti dal crollo del Muraglione, del giardino e dell’orto Botanico,  dell’alluvione del 2013.

Il programma ricchissimo di iniziative prevede anche le Biciclettate con Fiab: organizzata dalla Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB per l’appunto) con il FAI nei luoghi e monumenti aperti nelle due giornate di manifestazione.

Un grande spettacolo quindi di arte e bellezza, un weekend dedicato a tutti quelli che hanno a cuore il patrimonio culturale e ambientale del nostro Bel Paese. E a conclusione delle due giornate, domenica 22 Marzo si chiude anche l’iniziativa Ricordiamoci di salvare l’Italia,  la settimana di raccolta fondi (dal 16 al 22 Marzo) per i Beni Culturali,  organizzata dalla Rai in collaborazione con il FAI.

Per consultare il programma dell’evento visitate il sito ufficiale del FAI, dove potrete approfittare per iscrivervi, usufruendo così di corsie preferenziali e ingressi gratuiti… saltando anche qualche fila!

 

Giornate del FAI di primavera
Sabato 21 e domenica 22 Marzo

 

In apertura Castello della Manta, Cuneo.

 

Commenti

commenti

Be first to comment