David Bowie: foto di un’icona rock

Gli scatti del fotografo che ha catturato l’immagine di David Bowie dagli anni ’70 ad oggi in mostra a Bologna: dal 5 marzo al 10 maggio, Ono Arte contemporanea presenta le immagini di Masayoshi Sukita che hanno contribuito a definire la mitologia del Duca Bianco.

di Samantha Colombo | 4 marzo 2015

Quando Masayoshi Sukita approda a Londra, è il 1972: questo potrebbe essere l’incipit sufficiente per una storia folgorante, sospesa tra lo sfavillare del glam rock e il fermento culturale della capitale britannica. Eppure, la biografia stessa del fotografo giapponese supera di gran lunga ogni possibile fiction. Il suo obbiettivo cattura infatti su pellicola l’immagine magnetica di Marc Bolan e dei T-Rex, ma non sa ancora che tra i suoi scatti più celebri figureranno quelli di un artista di cui, all’epoca, ignora persino l’esistenza: David Bowie.
Non appena Sukita incappa in un suo poster, sebbene non conosca l’artista, ne rimane talmente attratto da decidere di andare a un suo concerto e quella performance cambia la sua vita. Non è infatti un semplice live, bensì una vera e propria illuminazione, la testimonianza del “genio creativo” di Bowie, come lui stesso lo definisce. Inoltre, Sukita è capitato a un concerto in cui, sul palco, è presente anche un’altra icona del rock come Lou Reed.

David Bowie, by Sukita

Ma c’è di più. Lo stilista dei costumi di scena di Ziggy Stardust è un tale Kansai Yamamoto e proprio per lui lavora una giovane pioniera della moda nipponica, nonché amica di Sukita: questa mutualità di conoscenze fa sì che, per la prima volta, rocker e fotografo si incontrino. David Bowie infatti accetta di posare per uno shooting, sancendo l’avvio di uno dei sodalizi artistici e umani più iconici del rock, che dura ancora ai giorni nostri.

Oggi è possibile ammirare oltre 40 scatti firmati da Sukita nella mostra “Heroes”: fotografie di Masayoshi Sukita allestita negli spazi di Ono Arte Contemporanea: arriva così a Bologna la testimonianza di quello che è il più fornito archivio iconografico del grande artista britannico.
Tra le le foto saranno visibili i costumi di Ziggy Stardust, scatti del primo tour nipponico del 1973 e testimonianze di un altro momento in grado di far brillare di adrenalina gli occhi di appassionati e non: lo sbarco a Tokyo di David Bowie e Iggy Pop, immortalati in una sequenza di fotografie che sarebbe poi diventata la copertina di “Heroes”.

Reciproca stima, sodalizio artistico, grande amicizia: la commistione tra musica e fotografia, immagine e vita è in grado di dare origine a veri e propri capolavori senza tempo, che travalicano i confini dell’arte stessa per entrare nella memoria collettiva.

 

David Bowie
“Heroes”: fotografie di Masayoshi Sukita
Dal 5 marzo al 10 maggio 2015
Ono Arte Contemporanea, via Santa Margherita 10 (Bologna)
Per informazioni: www.onoarte.com

 

Tutte le immagini sono di Masayoshi Sukita: in apertura, “ The Bewlay Brothers”, 1973; nell’articolo “MY-MY _ MY-MY”, 1977.

 

Commenti

commenti

Be first to comment