Un alveare di luce per Expo

padiglione regno unito

Continua il nostro percorso alla scoperta dei Padiglioni di Expo 2015. Dopo un weekend in Austria e una tappa in territorio francese, attraversiamo idealmente la Manica per conoscere “Hive”, il progetto con cui la Gran Bretagna si presenta al grande appuntamento milanese.

di Alessandro Cossu | 05 marzo 2015

Sarà un alveare virtuale a rappresentare la creatività britannica sul palco internazionale di Expo 2015 e a dare forma e materia al tema scelto dal Regno Unito per l’esposizione milanese: “Coltivato in Gran Bretagna, condiviso globalmente”. Con Hive (in inglese appunto “alveare”) la Gran Bretagna pone infatti l’accento sull’importante ruolo svolto dalle api e dagli alveari non solo all’interno dei nostri ecosistemi, ma più in generale nello sviluppo delle agro-tecnologie e nell’ingegneria agraria, in particolare per quanto riguarda le grandi problematiche legate alla sicurezza alimentare e alla biodiversità.

Annunciato lo scorso anno dal Principe Harry in persona, il progetto britannico porta la firma di Wolfgang Buttress, artista pluripremiato che lavora principalmente sugli spazi pubblici, e propone un percorso sensoriale originale e coinvolgente che, attraverso un frutteto con alberi tipici britannici e un prato punteggiato da fiori selvatici il cui manto cambierà con l’evolversi delle stagioni, conduce il visitatore fino all’imponente sfera cui il padiglione deve nome e concept generale.

Costituito da un reticolo di acciaio dorato, Hive è infatti un alveare virtuale acceso da migliaia di luci LED che brillano e sfavillano rispondendo, con impulsi visivi, ronzii e vibrazioni, ai segnali provenienti da un vero alveare posto fuori sede, e riproponendo così in grande, attraverso un gioco di percezioni spaziali e sensoriali, l’attività di una colonia di api e il suo esempio di società perfettamente in “equilibrio”.

Progetto 100% ecologico, innovativo e sicuramente ambizioso, Hive vuole bissare il grande successo ottenuto dal Regno Unito all’Expo di Shanghai 2010, dove il suo padiglione-riccio è stato il più visitato, fotografato e recensito dell’Esposizione, riuscendo anche ad aggiudicarsi la Medaglia d’oro come miglior padiglione della manifestazione.

Per maggiori informazioni: www.expo2015.org.

 

Foto di UKTI da flickr. com e gov.uk/milanexpo2015.

 

 

Commenti

commenti

Be first to comment