Riapre Villa Arconati

Da maggio a ottobre, i cancelli di Villa Arconati si aprono per accogliere visitatori da tutto il mondo ogni venerdì, sabato e domenica: dopo le imponenti opere di restauro, tra le lussuose stanze e i grandi giardini è tempo di visite guidate, mostre, concerti e numerosi altri appuntamenti.

di Samantha Colombo | 28 aprile 2015

Tra le pagine delle guide turistiche del Settecendo, era definita “la petite Versailles italienne” e il suo splendore conquistava ospiti illustri come Antonio Canova e Carlo Goldoni: la Villa di Galeazzo Arconati, immersa nel verde del Parco delle Groane e a pochi minuti dalle strade di Milano, non è solo un gioiello dell’architettura barocca, ma anche patrimonio storico e artistico inestimabile.
Oggi, la villa di Castellazzo di Bollate è pronta a spalancare i suoi cancelli a visitatori provenienti da tutto il mondo, dopo lunghi restauri (ancora in corso) e dopo esser stata protagonista della seconda edizione del programma televisivo Bake Off Italia. Da maggio a ottobre, ogni weekend sarà infatti possibile non solo visitarla, ma anche prendere parte ad appuntamenti speciali, dai classici tour guidati ai laboratori per i bambini.

Dalla primavera all’autunno, Villa Arconati apre al pubblico venerdì, sabato e domenica. In questi giorni, una volta varcato l’ingresso, è possibile perdersi all’interno della tenuta per una visita in autonomia al piano terra e nel grande giardino all’italiana: dodici ettari di verde, con giochi d’acqua costruiti seguendo i dettami del Codice Atlantico di Leonardo, inseriti a pieno titolo nella rete dei 100 Giardini per Expo.
Per i più appassionati e curiosi, non manca una serie di visite guidate, senza prenotazione, organizzate con turni fissi venerdì pomeriggio (alle 15:00 e alle 18:00), sabato e domenica (alle 11:00, 15:00 e 18:00), per visitare ambienti altrimenti chiusi al pubblico e scoprire qualcosa di più sulla secolare storia della Villa.
Proprio con questi tour è possibile apprezzare appieno il progetto di recupero, che ha consentito di riportare all’antico splendore angoli di inestimabile bellezza: basti pensare alla Fontana del Delfino, ma anche alla Legnaia e alla Limonaia. In particolare, quest’ultima è stata restaurata e trasformata in uno spazio espositivo, pronto ad accogliere numerosi appuntamenti. Anche la facciata principale è stata consolidata, mentre tra le diverse attività parallele continua anche la raccolta, catalogazione e studio della documentazione storica e artistica.
In tutto questo, è emerso un vero e proprio tesoro: quattro monocromi appartenuti a Francesco Podesti, tra i nomi più illustri del romanticismo storico italiano.

 

Per quanto concerne il calendario degli eventi culturali, non c’è che da consultarlo per perdersi tra gli appuntamenti. Tanto per iniziare, da maggio Villa Arconati ospita la mostra itinerante Discover the other Italy: protagoniste oltre 200 fotografie realizzate da 21 fotografi provenienti da ogni regione d’Italia, ciascuno intento a catturare e a svelare l’anima più profonda di un territorio. Accanto a questa variegata rappresentazione del Bel Paese, una rassegna di scatti firmati da Giovanni Gastel propone ritratti di volti noti in vendita per uno scopo ben preciso: finanziare, con la totalità dei proventi, i restauri della tenuta.
Da luglio, la musica torna invece protagonista con il Villa Arconati Music Festival: nella cornice dal fascino unico, si susseguono in cartellone artisti italiani e internazionali per numerosi concerti, in nome di quello che da anni è un appuntamento imprescindibile dell’estate (e non solo milanese). Alcuni nomi? Tra i tanti, il ritorno di Patti Smith, che si è già esibita a Villa Arconati alcuni anni fa, mentre dalla Gran Bretagna approdano i Kooks per la prima di tre date italiane e gli Einstürzende Neubauten salgono sul palco a qualche mese di distanza dai concerti invernali. Presenti poi anche l’eleganza di Fiorella Mannoia e il duo storico composto da Caetano Veloso e Gilberto Gil.

 

Villa Arconati, con il suo giardino, è aperta al pubblico da maggio a ottobre ogni venerdì, sabato e domenica dalle 10:30 alle 18:30. L’ingresso è di 4 euro (ridotto 3 euro, gratuito per bambini fino a sei anni e persone diversamente abili); il biglietto comprensivo di visita guidata al piano nobile è di 7 euro (5 euro il ridotto).
Sono inoltre previste visite guidate a turni fissi venerdì (alle 15:00 e alle 18:00), sabato e domenica (alle 11:00, 15:00 e 18:00).
Per il calendario degli eventi e altre informazioni: www.villaarconati.it

Commenti

commenti

Be first to comment