L’apicoltura in città

alveari-urbani

Orti didattici, giardini e campi di grano, se la campagna sta sempre di più riconquistando la città, anche le api fanno il loro ritorno grazie a progetti di apicoltura urbana che prendono il via in occasione della Design Week e di Expo 2015.

di Antonella Armigero | 8 aprile 2015

Sui tetti dei grattacieli di New York, in cima all’Operà di Parigi e perché no anche sui palazzi del centro storico di Milano, adottare un’arnia e provare a riportare l’apicultura nelle metropoli è diventata una tendenza ormai diffusa in molte città del mondo. Le api sentinelle ecologiche e preziose alleate per la biodiversità sono oggi sempre di più minacciate di estinzione, per questa ragione è fondamentale salvaguardarle e prima di tutto conoscerle.
Si ispira alla grande attività delle api, al design di alto livello e allo spirito ecologico il progetto di apicoltura urbana ideato da Green Island che verrà presentato il 13 aprile presso Expogate in Largo Cairoli.

Il più premiato tra quelli proposti durante i Tavoli Expo 2015, il progetto “Alveari urbani” ha coinvolto artigiani locali, designer e artisti internazionali che hanno realizzato innovativi prototipi di case per le api, da posizionare in diverse aree urbane di Milano e da scoprire grazie a un percorso guidato che durerà fino all’estate.
Per coinvolgere i cittadini, far conoscere le iniziative si terranno dal 13 al 15 aprile tre giornate da “api regine” con laboratori per bambini, “ape-ritivi” in collaborazione con Conapi – Consorzio Nazionale Apicultori e percorsi metropolitani nel nome del miele, alimento completo e naturale.
L’ideatrice e curatrice del progetto, Claudia Zanfi, esperta e appassionata di giardini, nonché fondatrice di Green Island, il programma di riqualificazione urbana ormai arrivato alla 13esima edizione, propone un percorso completo, volto a esplorare il meraviglioso mondo delle api e le possibilità concrete di apicoltura urbana.

In occasione della presentazione ufficiale il 13 aprile, dalle ore 11.00 alle 13.00, verrà proiettato in anteprima italiana il video: Perché le api scompaiono? dell’artista Polonca Lovsin proveniente dalla Slovenia, il Paese che detiene il record europeo in fatto di apicoltori.

Il 14 aprile alle ore 18.00 apre i battenti la mostra Alveari Urbani alla Stazione Garibaldi, che per l’occasione si trasforma in una vera e propria installazione verde, portando i visitatori in “alveare creativo”. Qui è possibile esplorare le case delle api e scoprire il percorso di sciame urbano dislocato in tutta la città. I più piccoli potranno scoprire i segreti delle api regine e delle api operaie grazie a un’arnia didattica e non mancheranno anche appuntamenti gastronomici con“ape-ritivo”: una degustazione di mieli provenienti da tutto il mondo.

Il 15 aprile le attività si sposteranno presso il “giardino segreto” di via Terraggio, un piccolo spazio verde rimasto chiuso per 70 anni, per l’occasione aperto per l’installazione creativa To bee or not to be a cura di CTRLZAK, che illustra il ciclo di vita delle api. L’installazione comprende un kit con info sul mondo di questi insetti, una scatola di semi con le loro specie vegetali preferite e una cerbottana per disperderli nell’ambiente.

Il programma non si limita a queste tre giornate, ma le attività che prenderanno il via in occasione del Fuori Salone continueranno per tutta l’estate e saranno inserite all’interno delle iniziative culturali di Expo in Città. In più 8 tra i lavori in mostra saranno poi installati a maggio, in concomitanza con l’avvio di Expo 2015, in sette aree verdi: i giardini di via Palestro, il Giardino del Terraggio, il Giardino della Triennale, il Giardino della Rotonda Besana, il Giardino Spazio Lombardini 22, lo spazio Green Point Milano e il giardino di Villa Necchi Campiglio-Fai.

 

Green Island 2015
13 – 15 aprile
Per il programma completo consultare il link.

Alveari-Urbani_ape-regina-

Locandina Alveari-Urbani

 

Commenti

commenti

1 Comment

Leave a Reply