Cosa fare al Fuorisalone

Fuorisalone 2015, Università Statale

La città è in fermento con installazioni e mostre che ci sorprendono a ogni passo. Ma come orientarsi tra le centinaia di eventi del Fuorisalone? Ecco alcune proposte, tra angoli nascosti di Milano e grandi feste collettive.

di Marilena Roncarà | 13 aprile 2015

Ci siamo, la design week è iniziata e la città è più adrenalinica del solito: basta svoltare un angolo per imbattersi in palazzi agghindati a festa, piuttosto che nelle più svariate installazioni, per non parlare dell’invasione pacifica di designer, appassionati o semplici curiosi alle prese con le novità del Salone o con gli eventi dei vari Design District.
Proviamo quindi a districarci tra mostre d’autore, allestimenti scenografici e installazioni negli angoli più impensati della città, attraverso una selezione di proposte.

Cominciamo da Cento anni di design, il Temporary Museum in piazza Affari (realizzato grazie a Borsa italiana e Musei Italiani) che parte dall’Art Noveau e arriva fino ai giorni nostri presentando i maggiori capolavori dei maestri italiani e non solo. Ma la piazza svela anche il suo lato più festaiolo grazie a Souvenir di Milano un grande luna park con autoscontri, tiro al bersaglio, zucchero filato e musica live. Qui Seletti, Disaronno, San Carlo, Sky Arte HD e Sorelle Passera celebrano l’opera di uno degli artisti di arte contemporanea più celebri al mondo, presentando la nuova versione del Souvenir di Milano, l’opera del dito medio di Cattelan. Il nuovo souvenir è acquistabile in esclusiva e in edizione limitata durante la Design Week, insieme ai nuovi carillon e boule de neige e agli altri prodotti Seletti, tra cui le novità della collezione Seletti wears Toiletpaper.

Al Superstudio Più di via Tortona quello che l’anno scorso era il Temporary Museum si trasforma quest’anno in Superdesign Show, un nuovo concept che in oltre 10.000 metri quadri di spazi espositivi presenta la più importante produzione italiana e internazionale del design, mentre sul tetto dell’edificio prende forma una risaia grazie al progetto di Michelangelo Pistoletto Terzo Paradiso – Coltivare la città.
Nella stessa location da non perdere la scultura fluida “Sculpture in motion 2.0 – Helio Curve” realizzata dallo Hyundai Advanced Design Center in collaborazione con l’artista cinetico americano Reuben Margolin. Per tutti gli altri appuntamenti di zona Tortona clicca qui.

Energy For Creativity Speech-Tchoban-and-Kuznetsov_Living-line_rendering

Energy For Creativity

Si chiama Energy For Creativity il grande evento a cielo aperto che Interni realizza ispirandosi ai temi di Expo nella splendida cornice di via Festa del Perdono. Qui progettisti di fama internazionale danno corpo alle loro visioni sulla città del futuro con modelli, prototipi o installazioni luminose.

E sempre all’Università Statale si può sperimentare un po’ di energia brasilera grazie a BRASIL S/A un’esposizone con tante mostre (la principale è 100% Brasil) e una serie di installazioni visitabili per 40 giorni.

Imperdibile un passaggio da Rossana Orlandi (qui la nostra intervista), la celebre gallerista ospita infatti nel suo spazio (al 14 di via Matteo Bandello) un’accurata selezione di pezzi d’arte e di novità del design. Su tutti segnaliamo l’installazione Urban Living di Marimekko, che prende spunto dalle città e dal ritmo frenetico a cui vanno le nostre vite.

Anche Airbnb è presente al Fuorisalone grazie a Housewarming, un evento che apre le porte del prestigioso Palazzo Crespi consentendo a pubblico e visitatori di sperimentare l’esperienza dell’accoglienza. Sempre a Palazzo Crespi sono inoltre allestite le creazioni di 19 designer internazionali coordinati da Sam Barton, l’Art Director di Fabrica. Per partecipare è d’obbligo registrarsi su Eventbrite.

Biciclette ritrovate, Danilo Beghi

Biciclette ritrovate

Torna anche quest’anno la mostra delle Biciclette ritrovate proposta da Rossignoli il 15 e il 16 aprile, dove accanto alle biciclette dell’Ottocento e alle bici dei campioni (Coppi, Bartali, Mercx e Baldini) trovano spazio fotografie storiche e moderne, filmati, quadri, cimeli e altre attrezzature.

All’interno degli eventi del Brera Design District, da non perdere quello all’Orto Botanico: qui prende corpo The garden of wonders, A journey through senses, una mostra con tanto di giardino onirico dedicata al mondo del profumo attraverso installazioni e oggetti interpretati da 8 profumerie di lusso.

Lùbar-eat-urban

Lùbar Eat Urban

Si chiama Feel Green il progetto di Urban Gardening che intende mixare design e universo green attraverso la creazione di un giardino spontaneo allestito sulla terrazza di via San Vittore 49 da DOUTDESIGN Exhibition. Sempre al tema green si ispira il Giardino Mobile (dedicato appunto ai mobili e al giardino) di Ebay, una sorta di oasi green su due ruote che si sposta tra via Tortona e via Brera.

È sempre un giardino e questa volta segreto (nel senso di una location mai utilizzata prima) e di ben 500 metri quadri nel cuore del distretto Ventura – Lambrate, la cornice del Belgian Village, (organizzato da DIFT con una selezione di 30 designer) un vero e proprio villaggio animato da tante costruzioni in cui scoprire i lavori più nuovi e rappresentativi di questo paese.

Per rifocillarsi una pausa è d’obbligo da EAT Urban – Food Truck Festival che porta negli affascinante spazi esterni di via San Vittore 49 il meglio dello street food italiano con 10 apecar e una colorata invasione di food truckers, pronti a rendere il distretto di Sant’Ambrogio il ristorante open air del Fuorisalone.

Se dell’ecodesign e dell’abitare sostenibile di Good Design – The Natural Circle alla Cascina Cuccagna vi abbiamo già parlato qui, per Favilla l’installazione di Euroluce in piazzetta San Fedele trovate qui tutte le info.

Van Gogh-Roosegaarde Bicycle

Daan Roosegaarde, Van Gogh Roosegaarde Bicycle

Non manca per questa edizione 2015 del Fuorisalone uno spettacolo teatrale: Il coraggio del proprio tempo. Uomini e valori del movimento moderno presentato dalla Fondazione Albini e ospitato nella sede della stessa Fondazione. Altro appuntamento da segnare in agenda per il 16 aprile è l’incontro di Meet The Media Guru con l’artista imprenditore e designer olandese Daan Roosegaarde. Roosegaarde, che è stato premiato con l’INDEX Design Award per le “Smart Highway” strade interattive e sostenibili, durante la serata racconterà come sono nati i suoi progetti sociali, ambientali e di design, tra cui il progetto di moda high-tech “Intimacy 2.0”, che esplora la relazione tra intimità e tecnologia attraverso indumenti intelligenti.

Anche per le feste di sera non c’è che l’imbarazzo della scelta. Qui segnaliamo l’Elita Design Week Festival che per la sua 10ma edizione ha scelto per tema #borderless, come a dire dell’importanza della contaminazione tra il mondo dell’elettronica e le sue derivazioni. Benny Benassi, Dj Premier, Kiasmos, Machinedrum, Benjamin Clementine, sono solo alcuni dei nomi in cartellone, ma la grande novità è l’apertura dello storico diurno Cobianchi in piazza Duomo che da mercoledì 15 a domenica 19 diventa una sorta di quartier generale del Design Week Festival, oltre che una location aperta a tutti, con ingresso libero fino alle 18, ed entrata successiva a 5 euro. Qui  tutto il programma.

Elita Design Week, DeeJay

 

Commenti

commenti

Be first to comment