miart 2015

miart 2015

Parte la 20esima edizione di miart, fiera internazionale di arte moderna e contemporanea: un format (quest’anno rinnovato) che richiama ogni primavera collezionisti, curatori e semplici appassionati da tutto il mondo.

di Redazione web | 11 aprile 2015

Venerdì 10 aprile apre i battenti miart 2015, nella sua ventesima edizione: torna così uno dei più importanti appuntamenti italiani ed europei dedicati all’arte moderna e contemporanea, diretta per il terzo anno consecutivo da Vincenzo de Bellis.
Il 2015 vede il completo rinnovamento del format: forte del crescente successo delle ultime due edizioni (40.000 visitatori solo nel 2014), miart 2015 punta sempre sull’alta qualità delle proposte e delle gallerie partecipanti, selezionate accuratamente da un comitato di altissimo livello.

Ogni primavera la manifestazione attrae a Milano collezionisti nazionali e internazionali, curatori e appassionati d’arte. Per l’edizione di quest’anno, la stretta vicinanza con il Salone del Mobile / Design Week ha generato una crescente partecipazione da parte delle istituzioni italiane ed europee dedicate all’arte contemporanea e al design, con un marcato aumento di collezionisti e curatori provenienti dall’Europa, dagli Stati Uniti e dal Medio Oriente. Grazie a miart e al Salone del Mobile Milano riporta così in evidenza il suo DNA di capitale della creatività contemporanea, offrendo un anticipo di quella che sarà la lunga e ricca stagione di Expo 2015.

Miart, Richard Saulton, premio Herno

Miart, Richard Saulton, premio Herno

 

Una novità per quest’anno è anche la prima edizione del premio Herno, una somma di 10.000 euro destinata allo stand con il miglior progetto espositivo, pensato e curato in tutti i dettagli, come una mostra. Il premio che diventerà un appuntamento fisso all’interno del miart, sottolineando il valore dell’exhibition making e del concetto di display, per il 2015 è stato assegnato alle gallerie londinesi Richard Saulton e Seventeen, che condividono lo stand D40 all’interno della sezione Established della fiera. Del resto, come afferma Claudio Marenzi, CEO di Herno: “Moda e arte parlano linguaggi comuni, e comune è anche la loro ricerca di mezzi di comunicazione innovativi”.

E non a caso il miart vuole essere proprio un’occasione per pensare a nuove strategie istituzionali per trasformare l’arte in una comunicazione continua di saperi.

Le sezioni del miart 2015:

Established (Masters, Contemporary, First Step) raccoglie una selezione delle più rappresentative gallerie internazionali che si occupano da anni di promuovere arte moderna e contemporanea.

Emergent sezione dedicata a giovani gallerie d’avanguardia di tutto il mondo, riconosciute per la loro attività di ricerca artistica e l’attenzione ai linguaggi più sperimentali.

THENnow (su invito) generazioni a confronto, un faccia a faccia tra un artista storico e uno appartenente a una generazione più recente.

Object sezione dedicata a gallerie che promuovono oggetti di design moderno e contemporaneo in edizione limitata, concepiti e apprezzati come opere d’arte.

 

 

miart – fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea
da venerdì 10 a domenica 12 aprile 2015
Fieramilanocity
Viale Scarampo, Gate 5 – Padiglione 3

Commenti

commenti

Be first to comment