Il design orientale di Sarpi Bridge

Zhang Rui Ankush Murya

Anche il design orientale si attrezza per il Fuorisalone: con la Oriental Design Week la chinatown di Milano svela tutto il fascino e l’innovazione in arrivo da Est. Spostandosi però nel centro di Milano.

di Filippo Spreafico | 16 aprile 2015

È il ponte il concept portante della Oriental Design Week: un ponte tra Est e Ovest innanzitutto, ma anche un collegamento tra passato e futuro, tra tradizione e innovazione, e perché no, tra Milano e Torino, ovvero le due città che dal 2013 hanno accolto questo format in costante crescita.

Dopo le edizioni 2014 Make a bridge moving in the cities, svoltesi appunto a Milano e poi a Torino, Sarpi Bridge – Oriental Design Week inaugura quest’anno l’importante collaborazione con 5VIE, distretto espositivo nel cuore della città. Make a bridge moving in the 5VIE è infatti il nome scelto per l’edizione 2015, che celebra quindi la nascita di un nuovo ponte, quello tra la chinatown milanese, sempre più polo culturale a tutto tondo, e il distretto artistico-culturale che collega la Pinacoteca Ambrosiana con il Museo Archeologico.
Quest’anno per il Fuorisalone sarà quindi il polo espositivo 5VIE a ospitare alcune creazioni dei designer di Sarpi Bridge – Oriental Design Week che ancora una volta proporrà un contenuto orientale e un cartellone di eventi con uno sguardo tutto a Est. Del resto Oriente non significa solo Cina: ecco che nelle 5VIE vi potrete imbattere anche nel design indiano, giapponese e coreano, seguendo contaminazioni a ruota libera.

Progetto protagonista di quest’anno sarà INSECTIDA, già presentato nel Fuorisalone di due anni fa, ma quest’anno rivisto in occasione di Expo 2015. L’insetto e il design tra etica, evoluzione, alimentazione: designer e creativi internazionali sono stati chiamati per misurarsi con l’estetica perfetta, ma al tempo stesso respingente, dell’insetto, immaginando e realizzando oggetti di design che rispecchino la sua capacità evolutiva, il concetto di trasformazione e adattamento. Molti i brand che prendono parte al progetto, ideato dall’associazione Fuorisalone Sarpi.

Yingping Zeng Silvia Danesi 902

Una delle creazioni di gioielleria di Yingping Zeng e Silvia Danesi

Da segnalare nel programma anche 902_China & Made In Italy, con la prima realizzazione di gioielli nati grazie alla collaborazione tra DANESI ATELIER della designer italiana Silvia Danesi e JIMU della designer cinese Yi Ping Zeng. Una collaborazione tra i due studi effettuata in due continenti diversi, ma lavorando entrambi sugli stessi pezzi.

In via Santa Marta 10 da non perdere la mostra Il Design che non avete mai visto: un’esposizione unica centrata sulla dicotomia tra pieno, concetto proprio della cultura occidentale, e vuoto, il corrispettivo nel pensiero orientale.

Per informazioni: www.orientaldesignweek.it

 

Foto in apertura: Tappeto della serie BareCode realizzato dall’artista cinese Zhang Rui e dall’indiano Ankush Murya, presentata alle 5VIE.

Commenti

commenti

Be first to comment