Aragoste per cena

Corallo Lobster Bar

Lentamente anche a Milano aumentano i locali che propongono sul menù le regine fra tutti i crostacei: aragoste (e astici) diventano i protagonisti di un Rinascimento gastronomico che arriva da oltre oceano.

di Filippo Spreafico | 23 aprile 2015

Chi ha fatto una tappa a New York lo sa bene: trovare ristoranti, chioschi e perfino catene di fast food che propongono aragoste in menù è tutt’altro che difficile. Del resto la Grande Mela si affaccia sull’Oceano, e tutta la costa atlantica rimane la patria per antonomasia della regina dei crostacei. Certo, i puristi storceranno il naso: quella che noi oggi identifichiamo come l’aragosta del Maine, paese che tuttora detiene il primato nella produzione e commercio di aragoste, è in realtà un astice, il cosiddetto astice americano. Grande, polposo e dalla corazza rosso scarlatto, l’astice americano viene servito in mille modi diversi, trovando la definitiva consacrazione proprio nelle portate più umili, come in abbinamento con tacos, panini o semplicemente cotto al vapore e mangiato con le mani (e abbondanti dosi di burro fuso).

Una tradizione, quella dei lobster bar, che inizia timidamente ad affacciarsi anche a Milano, che fino a oggi ha sempre proposto astici e aragoste nelle maniere più tradizionali e mediterranee, per cene formali dai prezzi forse poco popolari. A cercare di sovvertire l’immaginario collettivo che vuole l’aragosta come un piatto per vip alle prese con cene di gala, ci pensano alcune nuove e nuovissime aperture, che pur mantenendo uno stile tipicamente milanese propongono un’offerta decisamente street style.

Fishbar de Milan

Main Lobster Roll di Fishbar de Milan – foto dalla pagina Facebook

Nel cuore di Brera, Fishbar de Milan (via Montebello, 7) propone una cucina di pesce che mescola la tradizionale marinara italiana a quella internazionale. Tra fish & chips e pesciolini fritti, uno dei ruoli d’onore spetta però al majestic Maine Lobster Roll, pane di lievito madre letteralmente strabordante di astice del Maine tagliato a bocconcini, il tutto servito con maionese e lime.

Surf and Turf burger Corallo

Surf and Turf burger di Corallo Lobster Bar

Ha aperto da poche settimane nella Food Hall della Rinascente di Milano, al 7° piano, il Corallo Lobster Bar (Piazza Duomo), primo locale italiano ad aver strutturato il suo menù tutto intorno all’astice. Alcuni piatti rientrano a pieno titolo nella tradizione italiana, come ad esempio le linguine all’astice con sugo di granchio e pomodorini. Altre invece rappresentano delle novità, come l’ormai celebre Surf and Turf burger: un cheesburger con carne chianina di prima scelta abbinata alla succosissima polpa d’astice, per un matrimonio gastronomico sorprendentemente riuscito. La location con vista spettacolare sul Duomo è complice di un successo annunciato, tanto che si mormora di nuove aperture anche all’estero.

Lovster & Co

Lovster Roll di Lovster & Co.

Astici e aragoste provenienti ogni giorni da Maine e Canada sono quelle di Lovster & Co. (via Caretto, 4), che propone un menù astice-centrico con proposte tradizionali come la mitica aragosta alla Catalana, insieme ad altre più speciali, come il lobster roll atlantico.

Panino Aragosta Chic and Go

Panino Aragosta di Chic & Go

Anche l’universo take away & delivery abbraccia questo nuovo trend: è il caso di Chic & Go (via Montenapoleone, 25), piccolo locale nella via della moda specializzato nella vendita di panini e sandwich di altissima qualità. Tra le proposte più richieste nelle consegne a domicilio delle pause pranzo spicca il panino Aragosta, arricchito da una fresca crema di avocado.

Foto in apertura: Corallo Lobster Bar.

Commenti

commenti

Be first to comment