Terrazza Triennale

Terrazza Triennale

È uno dei centri culturali più attivi e amati della città. A pochi giorni da Expo La Triennale inaugura uno spazio tutto nuovo e rifà il look ad uno più vecchio: nasce così il ristorante panoramico e tornano alla vita i Bagni Misteriosi di De Chirico.

di Filippo Spreafico | 13 aprile 2015

I musei più evoluti del mondo aprono le loro porte alla cucina: una tendenza, quella dei ristoranti nei luoghi della cultura, particolarmente vivace all’estero ma sempre più presente anche in Italia, a dimostrazione di come questi due universi abbiano più cose in comune di quante potessimo pensare.

Riprendendo il progetto originale degli anni Trenta elaborato dall’architetto Giovanni Muzio, che all’epoca ridisegnò completamente la terrazza dell’edificio e la inaugurò con una cena sul tetto, martedì 13 aprile La Triennale apre al pubblico il suo rooftop restaurant, destinato a diventare nei sei mesi di Expo e per i prossimi quattro anni (durata della concessione dello spazio), un vero e proprio luogo di riferimento per pranzi, aperitivi e cene all’insegna di mondanità e cultura.

Terrazza Triennale ristorante

Terrazza Triennale, progettato dallo Studio OBR vincitore di un concorso bandito dalla Triennale, si presenta come una struttura leggera, luminosa e trasparente, con grandi vetrate pensate per offrire un panorama davvero mozzafiato, tra Castello Sforzesco, Parco Sempione e lo skyline di Porta Nuova. L’architettura del ristorante temporaneo richiama quella di una serra bioclimatica sospesa sul verde, termoregolata in modo da essere utilizzata in tutte le stagioni e ombreggiata da una tenda scenografica con giochi di luce che richiameranno le esibizioni in mostra. A questa è affiancato un orto aromatico progettato dal paesaggista Antonio Perazzi.
La cucina è curata dallo chef stellato Stefano Cerveni, già a capo di quel Due Colombe al Borgo Antico che attira ogni giorno in Franciacorta appassionati gourmand da tutta Italia: scopo programmatico è quello di portare la cucina fresca e informale dell’Osteria anche in centro a Milano, con due menù degustazione dedicati alla cucina italiana della tradizione.

Oltre alla terrazza, i lavori di ristrutturazione hanno interessato anche le celebri sculture dei Bagni Misteriosi di De Chirico, da qualche anno abbandonati a loro stessi nel giardino dell’edificio. Dopo 4 mesi di restauro la fontana del 1973, realizzata in occasione della quindicesima Triennale, torna a rivivere: il restyling effettuato con nuovi colori acrilici ha davvero riportato alla luce lo splendore giocoso dell’opera, mentre l’acqua è tornata a riempire le vasche creando quei riflessi tanto amati e significativi per il padre della Metafisica.

Del resto tra l’Expo imminente, il Salone del Mobile al debutto e le mostre appena inaugurate, quale migliore occasione per rifarsi il look?

 

Per info e prenotazioni Terrazza Triennale.

Bagni Misteriosi Triennale

Commenti

commenti

Be first to comment