Appuntamento a Campovolo

Ligabue 2011

Ligabue festeggia i suoi 25 anni di carriera con una grande festa live a Campovolo che comincia il 18 settembre e si conclude il giorno seguente con il concerto più lungo di tutti i tempi: perché “C’è sempre una canzone”.

di Marilena Roncarà | 8 maggio 2015

È innegabile: le canzoni di Ligabue ce le abbiamo più o meno tutti in testa che, anche se non siamo sempre in prima fila ai suoi concerti, basta sentirne un accenno alla radio e quelle parole ci affiorano subito alla mente. E allora viene proprio da dire che lui, il Liga, ha centrato perfettamente il suo obiettivo: “fare canzoni popolari, che arrivino a tutti”, come racconta in occasione dell’annuncio stampa di quel grande evento con cui il 19 settembre a Reggio Emilia festeggerà i 25 anni di carriera, i 25 anni dal primo album (Ligabue), i 20 anni di Buon Compleanno Elvis e il grande successo del Mondovisione Tour che l’ha portato in giro per l’Italia e il mondo.
È un Ligabue generoso quello che ci accoglie in un Campovolo allestito a festa. Una galleria di videowall con le copertine di tutti i suoi album illuminano e a fanno risuonare la pista del piccolo aeroporto emiliano, come in una sorta di Sogni di Rock n’ Roll Boulevard che ci porta diritto al palco, dove prima di concedersi alle domande con un’unica precisazione – “niente politica, niente sport, niente filosofia” – ci regala un live con tre pezzi voce e chitarra che basta un attimo e quell’atmosfera ancora umida e freddolosa di maggio subito si riscalda.

Quello del 19 settembre: Campovolo – La festa del 2015 “sarà una serata unica, il concerto più lungo di sempre”, racconta Ligabue, che prosegue: “Suonerò per la prima volta tutto il primo album con i ClanDestino, la band con cui l’ho realizzato; farò lo stesso con Buon compleanno Elvis e la band dell’epoca (la Banda appunto), per arrivare a una sintesi degli ultimi 20 anni (tutto il meglio del Giro del Mondo) con il Gruppo, la band attuale”.
Il concerto del 19 inizia alle 20:30, ma a Campovolo i festeggiamenti cominceranno con un giorno di anticipo: dalle 15 alle 24 di venerdì 18 settembre il LigaVillage sarà, infatti, aperto al pubblico con vari punti di intrattenimento e ristorazione: dall’area Mongolfiere, con ben 8 mongolfiere a disposizione, al LigaStory per ripercorrere la carriera di Ligabue, alle proiezioni di Radiofreccia e Da zero a dieci. Non mancheranno posti tenda e un’organizzazione logistica con autobus e treni speciali da tutta Italia, “per abituare il pubblico a non venire per forza con mezzi propri”.

“Avventurosi, inaspettati e appaganti”, così il rocker emiliano definisce questi 25 anni di carriera, in cui di record numerici ne ha conquistati parecchi, da quelle 160 mila presenze per il primo Campovolo, in avanti, e del resto “i numeri sono un po’ la cartina di tornasole per chi fa questo mestiere”, precisa, “anche se poi come una canzone possa arrivare a una moltitudine così grande, resta sempre qualcosa di magico”.

Per questa festa speciale dei suoi 25 anni di musica l’ultimo regalo che Ligabue fa al suo pubblico è un cofanetto speciale, una sorta di memorabilia, un booklet di 40 pagine con annesso dvd e foto cartoline non in vendita, ma destinato solo a chi acquisterà il biglietto. E se le prevendite online sono già iniziate, per quelle abituali basta aspettare giovedì 14 maggio.

 

Campovolo – La festa 2015
19 settembre 2015
Reggio Emilia

Commenti

commenti

Be first to comment