La partita di Zanetti

Quando lo sport può migliorare il mondo: il 4 maggio, la ciurma di Zanetti and friends conquista l’erba di San Siro per una partita a scopo benefico, tra le giocate dei grandi campioni di ieri e oggi. I riflettori dello stadio si accendono alle 20:45 su solidarietà, promozione di uno stile di vita sano, entusiasmo e gioco di squadra.

di Samantha Colombo | 1 maggio aprile 2015

Lo sport è molto più di un passatempo e di un’attività in grado di assicurare una vita sana, inutile sottolinearlo: eppure, a volte ha senso ricordare come rappresenti il modo migliore per imparare, sin da piccoli, a crescere insieme agli altri e costruire uno stile di vita salutare. Tutti valori che, in tempo di esposizione universale, è ancora più importante ricordare e insegnare anche ai più piccoli.
Quale migliore occasione che una partita dello sport più amato e praticato, magari in uno dei templi del calcio nostrano e con i riflettori accesi sulle glorie del calcio internazionale? Protagonisti del Match for Expo Milano 2015 sono infatti nomi che rimarranno indelebili, ovvero i membri di Zanetti and friends, impegnati in una partita a scopo benefico durante la quale i bambini possono prendere a modello i loro idoli, ricordare i loro volti mentre si parla di come crescere nel nome di valori universali. Il tutto ovviamente tendendo d’occhio movimento, aggregazione e sana alimentazione, con lo storico numero 4 dell’Inter alla guida.
L’evento del 4 maggio è organizzato infatti dalla Fondazione PUPI di Javier Zanetti e della moglie Paula, realtà che, nel corso della sua storia decennale, si è impegnata in prima linea in attività a tutela e supporto della crescita dei bambini, dall’infanzia all’adolescenza, con innumerevoli progetti. In modo particolare, quello che viene sostenuto in questo match è Mama Amor, dedicato ai bimbi nella prima infanzia e alle loro mamme, spesso sole, nel garantire loro sostegno per una vita serena.

Zanetti

Javier Zanetti e i bambini di PUPI

Saranno due le squadre pronte a scendere in campo e a confrontarsi fino all’ultimo respiro, con due ex-calciatori simbolo del mondo calcistico milanese e nazionale: il granitico Javier Zanetti (icona del mondo interista nonché vicepresidente della società) indosserà la fascia di capitano per PUPI mentre, sul versante opposto, Demetrio Albertini (attuale Ambassador dell’Esposizione Internazionale e coordinatore delle attività legate allo sport, oltre che collezionista di scudetti con il suo Milan) sarà alla guida di EXPO. Questa volta, niente casacche nerazzurre o rossonere, bensì maglie disegnate appositamente per l’evento, rispettivamente una bianca con il logo Pirelli e una rossa firmata Alfa Romeo.
E anche il resto della formazione non è da sottovalutare: saranno infatti altre glorie del pallone a correre sull’erba del Meazza da ambo le parti: da Roberto Baggio a Beppe Barese, da Paolo Maldini a Gabriele Oriali, senza dimenticare Walter Zenga, Luis Figo, Filippo Inzaghi e il catalogo potrebbe continuare.
La serata sarà presentata da Fabrizio Frizzi, Nicola Savino e da un’icona assoluta del giornalismo sportivo come Bruno Pizzul, mentre Il Volo e Lorenzo Fragola si esibiranno dal vivo con alcuni brani.
Infine, ma non certo per importanza, i veri protagonisti: 5.000 bambini delle scuole milanesi con i loro striscioni.

C’è anche un’altra sfida da segnalare, non in campo ma sui social a colpi di hashtag con #PupiChallenge: sportivi, artisti, politici e altri personaggi pubblici si sfidano mangiando peperoncini e rendendo virale il progetto della donazione. Un altro modo per sostenere l’iniziativa è inviare un sms solidale al 45592 (attivo dal 1° al 5 maggio).

Non resta che riscaldarsi per il fischio d’inizio!

 

Zanetti and friends
Match for Expo Milano 2015
Stadio di San Siro, 4 maggio alle 20:45
in diretta su Rai1 e Radio1

Per informazioni: www.zanettiandfriends.com

 

In apertura: Javier Zanetti e Demetrio Albertini alla presentazione di Match for Expo 2015.

Commenti

commenti

Be first to comment