A Londra per il British Summer Time

Dagli Strokes ai Blur, da Beck a Kylie Minogue, salendo l’apice con Who e Paul Weller: tra gli alberi di Hyde Park, nel cuore di Londra, è tempo di festival musicali. Dal 18 al 28 giugno, il British Summer Time presenta concerti imperdibili, proiezioni di classici del cinema, street food e altri eventi.

di Samantha Colombo | 17 giugno 2015

Fino a un paio d’anni fa, incappare nell’acronimo BST indicava ben poco ai più, eventualmente il segnale di trovarsi ad avere a che fare con l’ora legale del Regno Unito. Oggi, le tre lettere diventano il modo più breve per riferirsi al British Summer Time, festival musicale di Londra in grado di calamitare l’attenzione di musicofili (e non) provenienti da ogni parte del mondo.
Basta infatti varcare i cancelli di Marble Arch, immergendosi nel verde di Hyde Park, per scoprire un cartellone di concerti non del tutto trascurabile, attorno al quale gravitano eventi gratuiti, proiezioni di classici del cinema, street food e persino una giornata pensata per le famiglie, con appuntamenti per bambini di ogni età.

Il festival di Hyde Park inaugura giovedì 18 giugno con il concerto degli Strokes che, reduci dallo show di Barcellona al Primavera Sound, saranno accompagnati nel corso della giornata da nomi tutt’altro che trascurabili: uno su tutti Beck, senza lasciare da parte Future Islands, Temples e Public Service Broadcasting, solo per citare alcuni nomi in programma.
Due giorni dopo è tempo di presentarsi al parco per la data londinese dei Blur, attualmente al quarto gig in Hyde Park, che saliranno sul palco dopo artisti quali, per citarne un paio, Metronomy e Horros.
La domenica è invece il turno delle icone di musica e cultura pop: con Kylie Minogue si esibiscono infatti, tra i numerosi in cartellone, Grace Jones e gli Chic con Nile Rodgers.

Per quanto concerne il secondo weekend, pensare di vedere un concerto degli Who a Hyde Park equivale per molti a non sapere cosa chiedere di più dalla vita, e comprensibilmente: eppure, può esserci di meglio. E questo accade quando, sullo stesso palco, è previsto Paul Weller. Accanto al Modfather, altri due nomi dell’eccellenza albionica come i Kaiser Chiefs e Johnny Marr.
Il giorno seguente, al BST è protagonista il pop di Taylor Swift ed Ellie Goulding, accompagnate da altri ospiti tra i quali John Newman.
La conclusione del festival è prevista per domenica 28 giugno con lo speciale Family Event: una domenica dedicata alle famiglie e ai bambini di ogni età, in compagnia di SpongeBob, Bart Simpson e altri.

Inoltre, il 19 e dal 22 al 25 giugno sono previsti degli eventi a ingresso gratuito. Tra le diverse proposte, spicca il Film Festival, occasione speciale per godersi pietre miliari della celluloide: si comincia con Il Mago di Oz di Victor Fleming e si finisce con Mamma Mia!, passando per Ghostbusters (e quale occasione migliore per allenare il proprio inglese?).
Con il Gorilla Circus Trapeze Lessons è inoltre possibile arrampicarsi a quasi 10 metri di altezza e provare una lezione circense con dei veri trapezisti.
Con Midweek Comedy, dal 22 al 24 giugno, sono invece previsti altri concerti, che vedono come headliner Rich Hall, Jim Jefferies e Ed Byrne, accompagnati da diversi altri musicisti.
Sarà poi presente anche uno Street Food Market per aiutare i partecipanti nella sopravvivenza.
I biglietti sono ancora disponibili per tutte le date e la capitale britannica è a poco più di un’ora di aereo dall’Italia: probabilmente non serve aggiungere molto altro.

 

Il programma di British Summer Time

giovedì 18 giugno: The Strokes, Beck, Temples, Public Service Broadcasting, Future Islands e altri
sabato 20 giugno: Blur, Metronomy, The Horrors e altri
domenica 21 giugno: Kylie Minogue, Grace Jones, Chic feat. Nile Rodgers, Mika e altri
venerdì 26 giugno: The Who, Paul Weller, Kaiser Chiefs, Johnny Marr e altri
sabato 27 giugno: Taylor Swift, Ellie Goulding, John Newman e altri
domenica 28 giugno: Family Event

Per informazioni e biglietti: www.bst-hydepark.com

 

Commenti

commenti

Be first to comment