Il museo spicca il volo

Volandia

Velivoli degli inizi Novecento, mongolfiere, elicotteri e persino navette spaziali e droni: Volandia, il Museo del Volo a pochi passi dal Terminal 1 di Malpensa è il paradiso per gli amanti dell’alta quota di tutte le età.

di Antonella Armigero | 10 giugno 2015

A pochi passi dai gate, le code al check-in dei tanti viaggiatori in partenza per le diverse località nel mondo c’è un posto dedicato al volo visto dalla prospettiva di chi resta e non di chi parte, se non con la fantasia.

Volandia, il Museo del Volo di Malpensa è uno dei più grandi parchi dedicati a questo tema allestito in una sede storica: le Officine aeronautiche Caproni fondate nel 1910. Qui il pioniere dell’aviazione ha dato vita a uno dei più importanti scali aerei del Nord Italia, segnando la storia dell’aeronautica, la stessa storia che rivive intatta nei tanti esemplari di velivoli custodito in un’area di ben 60 mila metri quadrati.
Non solo aerei dal ‘900 a oggi ma anche elicotteri, mongolfiere, deltaplani e una sezione dedicata ai velivoli del futuro e alle missioni spaziali, un vero e proprio paradiso per chi ama l’alta quota reso accessibile a tutti grazie a collezioni private e a pezzi provenienti da altri musei d’Italia.

Il percorso è articolato in 11 aree tematiche divise per padiglioni: si parte con il sogno del volo, un’esposizione cronologica e tematica dei primi velivoli a elica per arrivare ai moderni aerei con motore a reazione. Trovano spazio il racconto delle grandi imprese come quella del Bleriot XI o il Gabardini Idrovolante.
Il padiglione dedicato al primo volo a Malpensa regala l’emozione di vedere da vicino il biplano Caproni Ca.1, unico esemplare al mondo che il 27 maggio del 1910 si staccò da terra, realizzando il sogno di Giovanni Caproni.

Volandia

Volandia

Fa sognare anche l’area dedicata allo Spazio e ai voli interstellari, dove poter ammirare i cimeli dei grandi astronauti, ripercorrere le missioni spaziali e vedere da vicino la capsula Apollo a grandezza naturale. In quest’area è possibile esplorare la volta celeste grazie al Planetario per una passeggiata tra le stelle.
Dalle esplorazioni dell’universo al futuro del volo per l’hangar dedicato alla storia di AgustaWestland e al Convertiplano – AW 609 -, innovativo velivolo che unisce la flessibilità dell’elicottero con le prestazioni di un aereo.

Volandia inoltre offre anche l’ebbrezza di salire a bordo di un aereo grazie ai modelli in esposizione e ai simulatori di volo che regaleranno a grandi e piccoli la sensazione del volo acrobatico ai comandi di un 339 delle Frecce Tricolori.
Il museo del volo non è solo dedicato agli appassionati di aeronautica ma anche ai più piccoli: sono, infatti, presenti molte aree didattiche che spiegano le diverse forme di volo da quella a vela a quella rotante, e aree gioco dedicate.

Da aprile il museo accresce le sue attrattive grazie al plastico ferroviario più grande al mondo, che accoglie i visitatori all’ingresso del parco. Si tratta di una riproduzione in scala della città ideale pensata da Leonardo da Vinci, un piccolo mondo in movimento di 200 metri quadrati animato da treni, dirigibili, mongolfiere realizzato dal professor Ogliari, padre del Museo dei Trasporti di Ranco che a breve sarà trasferito con la sua collezione di locomotive, motrici e treni veri nei grandi spazi liberi di Volandia.

 

Volandia – Museo del Volo
Via per Tornavento, 15
Somma Lombardo, VA

Volandia

Volandia

Commenti

commenti

Be first to comment