Surfin’ Italy

Surf in Italia

I Beach Boys cantavano “Surfin’ USA”, ma anche il nostro paese è ricco di luoghi incantevoli dove poter provare la sensazione di stare… sulla cresta dell’onda. Parliamo di surf: ecco alcune location italiane dove è possibile praticarlo.

di Angela Calabrese | 18 giugno 2015

Vi è mai capitato di vedere incredibili immagini di ragazzi che sfrecciano sulla superficie di splendide onde oceaniche e aver voglia e curiosità di provare la stessa sensazione? Anche nel Bel Paese il sogno di cavalcare l’onda può diventare realtà, senza dover affrontare lunghi ed estenuanti viaggi in aereo per raggiungere qualche sperduta isola dall’altra parte del mondo!
Le nostre coste, dal Tirreno all’Adriatico allo Ionio, brulicano infatti di surfisti in attesa delle loro tanto amate onde: i più fortunati però sono coloro che vivono in Liguria, Toscana, Lazio o nella parte ionica della Calabria o ancora Sicilia e Sardegna per il numero di giorni con le onde adatte ad essere cavalcate.

Questo affascinante sport non è solo puro divertimento e adrenalina, dietro c’è un mondo, una storia e delle regole che tutti coloro che si avvicinano alla disciplina dovrebbero conoscere. Il surf infatti ha origini antichissime e nobili: nasce in Polinesia in un periodo non ben definito, ma già nel quindicesimo secolo erano presenti tracce nei canti hawaiiani, a dimostrazione che già all’epoca esistevano delle competizioni durante le quali si sfidavano i Re Hawaiiani (Ali’i) e i capi di alto rango sociale, i quali scommettevano importanti proprietà personali, mettendo in gioco orgoglio e onore. Più erano alte le onde, più lo era anche la “posta in gioco”.

600 anni più tardi anche l’Italia, sebbene non possa vantare i venti (e le onde) oceaniche di Australia, California, Sud Africa e Hawaii, offre tante location dove questa storica tradizione sportiva può essere praticata.

Cominciamo dal Sud dello Stivale, nella bellissima baia di Mondello, a 5 km da Palermo (frequentata forse un po’ più per il windsurf) dove il circolo velico Albaria anima ogni anno il World Festival on the Beach, ma anche Cefalù e San Vito Lo Capo. Mentre in provincia di Agrigento a San Leone, a pochi metri dalla casa natale di Pirandello, è presente la spiaggia di Kaos.

mondello beach

Albaria Mondello Beach

Spostandoci in Sardegna, che in assoluto offre le migliori condizioni per surfisti in Italia, segnaliamo un posto fra tutti: Capo Mannu a 30 km da Oristano, dove è possibile trovare onde almeno tre giorni a settimana, spesso sopra i 3 metri d’altezza. Ma onde lunghe e non troppo potenti, ideali per i meno esperti, ci sono anche nelle pulitissime acqua di Alghero. E ancora Stintino, Castel Sardo e su fino alla Baia di Santa Reparata, a pochi chilometri da Santa Teresa di Gallura.

Con la tavola sotto i piedi attraversiamo il Tirreno e arriviamo sulle coste del Lazio dove troviamo Banzai – Santa Marinella al km 56.300 della strada litoranea, che grazie al fondale roccioso presenta una buona qualità dell’acqua. Per gli appassionati, segnaliamo anche quest’anno l’Italia Surf Expo dal 24 al 26 luglio, il villaggio surfistico più grande d’Italia nella spiaggia di Santa Severa. L’edizione 2015 prevede due zone collegate e attività: on the beach e Skate Zone. Nella prima zona sono previste tutte le attività di water sport mentre il livello superiore ospiterà eventi skate con atleti internazionali. Qui trovate il programma completo dell’evento.

Italia Surf Expo

Immagine tratta da Italia Surf Expo

Risalendo la costa arriviamo in Toscana dove chi ama questo sport non può non citare Il Sale – Livorno esattamente a 6 km a sud del porto a destra dei bagni Roma, e il Pontile di Forte dei Marmi, famosa per la sua acqua trasparente anche al largo.

Arriviamo finalmente nelle spiagge più comode per i surfisti (o aspiranti tali) milanesi, in Liguria dove gli spot per cavalcare le onde sono diversi a cominciare da Il Castello Lerici,  già il nome ne indica la posizione davanti alla suggestiva cornice del castello di Lerici,  i Tre Ponti di Sanremo, davanti a Via Tre Ponti, e non possono mancare le affollatissime onde di Varazze, a mezzora da Genova.
Buone onde, ma assai più rare, arrivano anche sull’Adriatico, in particolare in Emilia tra Rimini e i Lidi di Ferrara oppure intono alla zona di Ancona, Senigallia e Fano nelle Marche. Scendendo verso sud le onde migliori si trovano in alcune zone della Puglia garganica.

Il consiglio utile è sempre quello di essere coscienti dei propri limiti e delle proprie capacità, in quanto si tratta di uno sport “anarchico” nel quale bisogna conoscere bene il luogo dove si surfa e sapere come comportarsi.  Ma è anche lo sport che ha sparso gente nei mari e negli oceani di tutto il mondo durante i secoli,  perché nessuna sensazione può essere paragonata a quella che si prova scivolando sull’acqua spinti solo dal movimento di una lunga parete liquida. Quindi… buon divertimento tra le onde d’Italia!

 

Foto in apertura tratta da www.worldsurfleague.com

Commenti

commenti

Be first to comment