Tecnologia smart per vacanze 2.0

telecamera di sorveglianza Security

Fotocamere e computer da polso, smartphone innovativi e stick in grado di sostituire il PC quando si collegano a qualunque schermo. Ma anche sofisticati sistemi d’allarme “plug & play”, per vedere cosa succede a casa quando si è lontani.

di Paolo Crespi

Agosto, tecno mia non ti conosco? Niente di più falso: anche mentre fanno il bagno con le arselle alle Seychelles o se ne stanno là sulla vetta, insieme all’orso (per citare il testo di una irresistibile canzone di Elio e le Storie Tese), gli italiani ai loro gadget hi tech proprio non ci rinunciano. E in linea di massima fanno bene. A parte i tristi ma comprensibili casi di chi si deve “disintossicare” per riuscire a rilassarsi un po’, portare con sé un’accurata selezione dei propri device elettronici aiuta a familiarizzare prima e meglio con il nuovo ambiente, a non perdere i contatti con gli amici, gli hobby e il lavoro, a documentare la vacanza e a risolvere un’infinità di problemi pratici che possono sorgere via via, quando si è in tour o in una località di villeggiatura diversa da una grande città.
Ed ecco allora l’importanza di uno smartphone aggiornatissimo e con una lunga “battery life” come il P8 di Huawei, il marchio cinese che sta conquistando le prime posizioni nel gradimento di noi esigentissimi consumatori europei. Tra le sue caratteristiche c’è Segnale+, un compatto e potente design “dual-antenna”: quando il segnale è debole, il cellulare può passare velocemente all’utilizzo dell’altra antenna, assicurando il mantenimento della connessione. Una funzionalità che riduce significativamente il tasso di chiamate interrotte, anche quando l’utente viaggia, per esempio, su un treno ad alta velocità.
Ciò che non dà lo smartphone in termini di funzionalità per la vacanza outdoor, lo può integrare un buon orologio-computer da polso. La palma d’oro va a uno degli ultimissimi modelli di Pro Trek (Casio), il PRW-3500: radiocontrollato, completamente impermeabile (fino a 20 bar di profondità), retroilluminato, dotato di ricarica solare che lo alimenta anche in condizioni di scarsa illuminazione e triplo sensore (barometro, bussola digitale e altimetro), è ideale sia nei trekking alpini sia negli sport acquatici come il torrentismo, il kayak o il river rafting.
E infine non può mancare in valigia una fotocamera digitale compatta, unica vera alternativa allo smartphone quando si vogliono (e si sanno) scattare immagini di qualità senza badare a spese.

 

Tecno estate
Per non perdere la connessione o la bussola neanche sotto l’ombrellone.

 

Usb LENOVO

Lenovo – Stick 300
Piccolissimo, permette di leggere news, navigare sul web, fare videochat e creare contenuti. L’unica cosa di cui ha bisogno è un monitor o un televisore con porta USB. www.lenovo.com

 

Huawei Cellulare

Huawei – P8
Non si sconnette mai ed è equipaggiato con una “light painting camera” di grande sensibilità. In modalità “regista” può dirigere le riprese di altri tre telefoni Android. www.huawei.com/it

 

HiTechPRO-TREK

 

Pro Trek – PRW-3500
Al polso dei volontari del Club Alpino Italiano, il super orologio perfetto per il trekking e per molte altre attività outdoor. È in grado di misurare l’altitudine a intervalli di 1 secondo. www.protrek.eu/it

 

Myfox

Myfox – Home Control
Il nuovo sistema di monitoraggio e allarme domestico si installa senza fare buchi o tendere cavi. Riconosce automaticamente il padrone di casa e si controlla a distanza via App. www.getmyfox.com

 

HiTech_PowerShotG3XBK

Canon – Powershot G3X
La nuova ammiraglia delle compatte fotografa con un superzoom ottico 25x e un grande sensore retroillminato da 1”. Wi-Fi e Full Hd, ha avanzate funzioni di ripresa. www.canon.it

 

Articolo pubblicato su Club Milano 27, luglio – agosto 2015. Clicca qui per scaricare il magazine.

Commenti

commenti

Be first to comment