Festival della Comunicazione

Camogli-il-porticciolo-foto-Mario-Malatesta_Festival-della-Comunicazione-2015

Dopo il successo della prima edizione con 20.000 presenze, torna anche quest’anno dal 10 al 13 settembre il Festival della Comunicazione a Camogli. Quattro giornate di laboratori, dibattiti, convegni e grandi ospiti per parlare di linguaggio.

di Angela Calabrese | 7 settembre 2015

Comunicazione è una parola magica, che si usa anche a sproposito ma vende sempre(Umberto Eco)

Esperti di comunicazione, blogger, scrittori, musicisti, filosofi: sono circa 120 gli ospiti che si alterneranno nella seconda edizione del Festival della Comunicazione, in programma a Camogli dal 10 settembre. Fra i relatori di spicco Marco Travaglio, il regista Pupi Avati e padrino della manifestazione, come nel 2014, Umberto Eco che pone il suo sigillo a fine festival, con una lectio magistralis su complotti e linguaggio: Tu, Lei, la memoria e l’insulto.

Nella splendida cornice di Camogli il fitto programma della rassegna culturale prevede tantissimi incontri, conferenze, spettacoli teatrali (e molto altro) e si articola in  quattro percorsi tematici: linguaggio della cultura digitale, linguaggio scientifico, linguaggio delle arti, linguaggio delle imprese, durante i quali si parlerà dei cambiamenti nel linguaggio degli italiani nei più svariati ambiti della vita quotidiana.

Il festival è aperto dal linguista Tullio De Mauro, che discuterà del linguaggio del mondo digital e dell’impatto dei social network insieme con il direttore di Wired Massimo Russo e con il giornalista e blogger Matteo Bordone. Il linguaggio scientifico è messo, invece, al centro della discussione dal direttore dell’IIT Istituto di Tecnologia di Genova Roberto Cingolani, con il fisico del CERN Marco Delmastro e il decano dei giornalisti scientifici Piero Angela.

Festival Comunicazione locandina

La (macro) sezione arti, dentro cui rientrano cinema, musica, televisione, teatro, letteratura, è sicuramente la più “affollata”, tantissimi infatti le personalità presenti da giornalisti, scrittori come Andrea De Carlo, critici cinematografici come Gianni Canova e Enrico Ghezzi, musicisti come il violinista Uto Ughi e per la sezione TV a raccontarla ci sono due liguri doc, Carlo Freccero e Antonio Ricci . Particolarmente interessante la sezione del linguaggio delle imprese con interventi, tra gli altri, di manager quali Luigi Gubitosi, direttore generale della Rai, Giovanni Malagò, presidente del CONI.

Fra le altre segnaliamo anche la sezione Laboratori, con tre focus per bambini e incontri per ragazzi a cura dell’IIT di Genova. Ipotizzando una quinta sezione potremmo parlare di “linguaggio della natura” grazie alle sette proposte naturalistiche previste nel palinsesto, per far scoprire il territorio, la flora e la fauna di Camogli: tre escursioni in mare, nell’Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino, e quattro passeggiate sul monte di Portofino, che permetteranno ai partecipanti di godere di paesaggi unici negli ultimi giorni d’estate.

Inoltre sulla spiaggia della località ligure è allestita l’installazione ambientale Salviamo il mediterraneo, a cura del biologo Maurizio Wurtz, per sensibilizzare ospiti e turisti sulla salvaguardia dello zifio, cetaceo del mar Ligure a rischio di estinzione. Come già per l’edizione 2014, anche quest’anno gli eventi della manifestazione sono gratuiti.
Per conoscere orari degli incontri e  programma completo, potete visitare il sito del Festival della Comunicazione.

 

Festival della Comunicazione
10-13 settembre
Comune di Camogli
Via XX settembre, 1 Camogli

Commenti

commenti

Be first to comment