Che bambola!

Barbie Millecent Roberts

Dal 28 ottobre il Mudec ospita la mostra dedicata a una bambola-simbolo della società occidentale: la Barbie. Una vera icona globale che nei suoi 56 anni di vita ha saputo dar conto dei cambiamenti linguistici, culturali e antropologici del nostro mondo.

di Angela Calabrese | 28 ottobre 2015

Nome: Barbara, cognome: Millicent Robert, luogo di nascita: Willow, Wisconsin, anno di nascita: 1959. Per i più curiosi semplicemente: Barbie, la bambola-oggetto di culto, l’icona. Per questo motivo il Museo delle Culture di Milano, dal 28 ottobre al 13 marzo 2016, ha voluto dedicare la mostra Barbie The Icon. L’esposizione si articola in cinque sezioni  precedute da una sala introduttiva, Who is Barbie, dove sono raccolti oggetti, immagini, video e suggestioni che la bambola ha suscitato nei suoi 56 anni (portati benissimo) di vita.

Non un semplice giocattolo per bambine, ma una vera e propria fonte d’ispirazione anche per stilisti, designer e artisti (e perché no, anche gruppi musicali) in grado di interpretare i cambiamenti della società attraverso abiti, e accessori.  Oggetto bramato dai collezionisti di tutto il mondo, Barbie annovera anche un ruolo di musa ispiratrice per Andy Warhol che l’ha ritratta come una Marylin Monroe di plastica. E tra il 1991 e il 1996 è stata anche protagonista di una serie di fumetti (63 numeri) della Marvel, Flying Hero Barbie.

 

Barbie The Icon è un’esposizione che vede la bambola-icona ideata da Ruth Handler (moglie del co-fondatore della Mattel, Elliot Handler e poi presidente della stessa società), come oggetto storico-antropologico globale che resiste alle diverse epoche e ai viaggi in terre lontane, rappresentando ben 50 diverse nazionalità (dal Polo Nord al Giappone) e confermando la sua identità di specchio del tempo che scorre.

 

Barbie The Icon
28 ottobre – 13 marzo 2016
Mudec – Museo delle Culture
Via Tortona, 56 Milano

 

Commenti

commenti

Be first to comment